La cocciniglia sta uccidendo mille pini: così Roma nord vuole salvarli 

A Roma nord è corsa contro il tempo per salvare i pini dalla cocciniglia, il parassita di origine nord-americana che da oltre un paio d’anni sta letteralmente divorando le storiche alberature romane con conseguente danno ambientale, paesaggistico e culturale. Secondo le stime degli agronomi circa l’80% dei pini di Roma ne è colpito, 50mila in tutto quelli a rischio. Così amministrazioni, associazioni e comitati si sono mobilitati per difendere il grande patrimonio verde cittadino. 

Cocciniglia, a Roma nord oltre mille pini in pericolo

Una scure quella della cocciniglia tartaruga, nome scientifico Toumeyella parvicornis, che non risparmia alcun quartiere: da sud a nord della città è allarme. Bisogna fare in fretta per “salvare” i pini di Roma. Ci proverà il Municipio XV dove sono oltre mille le alberature in pericolo, quelle che rischiano di sopperire al parassita. Le zone più colpite quelle centrali, nel cuore del territorio: da Collina Fleming al quadrante della Farnesina fino a Saxa Rubra dove già da tempo i residenti del comprensorio ‘I pini di Roma’ avevano acceso un faro sulla minaccia. 

Il piano del Municipio XV contro la cocciniglia tartaruga

Ora il Quindicesimo è pronto ad intervenire. “Entro il mese di aprile con il dipartimento Tutela Ambientale effettueremo il trattamento endoterapico su oltre 1.100 pini nei parchi e nelle strade del territorio” – ha annunciato l’assessore all’Ambiente del Municipio XV, Marcello Ribera. “Un piano emergenziale per salvare una parte fondamentale del nostro patrimonio arboreo costituito dai pini domestici aggrediti dal pericoloso parassita Toumeyella parvicornis. La lotta alla cocciniglia tartaruga – ha poi ricordato l’assessore – è obbligatoria anche per i privati come stabilito dal decreto del 3/6/2021 del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali”. 

Potature da Ponte Milvio a Cesano

Intanto in Municipio XV è stato avviato anche un piano di potature. Dopo i primi interventi sui platani di piazzale di Ponte Milvio, nel corso del mese di marzo sono stati programmati gli interventi su circa 210 pini e oltre 250 platani da Santa Cornelia a Tor di Quinto e poi ancora via Cassia, Vigna Clara, Cesano e Grottarossa. 
 
“La manutenzione delle alberature stradali, come nei parchi e nelle scuole, – ha sottolineato Ribera – è una priorità per questa amministrazione. Continueremo a lavorare per incrementare il monitoraggio, la cura e la messa in sicurezza del patrimonio arboreo”.
 
 

Fonte : Roma Today