A Linate atterrati altri sei bimbi ucraini malati oncologici: “Aiuteremo sempre chi soffre”

Guerra in Ucraina

14 Marzo 2022

Sono sbarcati altri sei piccoli pazienti, malati oncologici in arrivo dall’Ucraina, oggi in Lombardia. Con loro, sono 24 in totale i bambini malati accolti da Regione Lombardia da inizio mese.

189 CONDIVISIONI

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Guerra in Ucraina
ATTIVA GLI AGGIORNAMENTI

Sono sbarcati altri sei piccoli pazienti, malati oncologici in arrivo dall’Ucraina, oggi in Lombardia. Sull’aereo, atterrato a Linate, con i bambini c’erano anche le loro mamme e una sorellina. Con loro, i bambini malati di tumore ucraini arrivati in Lombardia da inizio mese salgono a 24. Tutti sono stati accolti nelle strutture sanitarie lombarde grazie al lavoro coordinato da Regione, Soleterre e Areu.

Atterrati a Linate altri sei bambini ucraini malati oncologici

Come comunicato da Regione Lombardia, alcuni dei bambini arrivati oggi provengono da Leopoli, recentemente bombardata dai russi, e altri da Kiev, sotto costante assedio da parte delle forze russe. Il presidente della Regione Attilio Fontana ha commentato lo sbarco dei piccoli dicendo che si tratta di “un’altra bella notizia in un contesto generale che purtroppo fatica a trovare una soluzione diplomatica”. Il governatore leghista ha aggiunto che “da parte nostra continueremo a mettere a disposizione tutto ciò che è nelle nostre disponibilità per aiutare chi soffre. Ancor di più se si tratta di bambini”.

“Condizione psicologica profughi al limite della sopportazione”

Anche il presidente di Fondazione Soleterre Damiano Rizzi ha aggiunto un pensiero, dicendo che “la condizione psicologica e fisica di mamme e bambini, dopo ore estenuanti di viaggio, e con la necessità di cure costanti è al limite della sopportazione umana”. Rizzi ha sottolineato che si sta “lottando contro il tempo e non è possibile sprecare nemmeno un minuto”, assicurando che “non ci fermeremo finché tutti i nostri piccoli pazienti saranno portati in luoghi adatti per proseguire le cure oncologiche”.

189 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage