Operai contro i turni, scattano 9 licenziamenti alla Unilever di Caivano, produttore di gelati

14 Marzo 2022

Secondo i sindacati, i licenziamenti sono scattati quando alcuni dipendenti hanno contestato il nuovo sistema di turnazioni, non previsto dal Contratto collettivo nazionale del lavoro.

37 CONDIVISIONI

Nove lettere di licenziamento sono arrivate ad altrettanti dipendenti dello stabilimento Unilever Manufacturing di Caivano, nella provincia di Napoli, che dal gennaio del 2019 è stato preso in fitto dalla Eurofrigo, società del Gruppo Catone Trasporti. Secondo quanto denunciano i sindacati, le lettere di licenziamento sono state spedite dopo che alcuni dipendenti avevano contestato la nuova turnazione prevista unilateralmente dall’azienda che, secondo le sigle sindacali, non è prevista dal Contratto collettivo nazionale del lavoro (Ccnl). A partire dal mese di febbraio, infatti, l’azienda aveva deciso di introdurre una “turnazione a scorrimento” in aggiunta a quella prevista dal Ccnl alimentare che prevede 40 ore settimanali su 15 turni dal lunedì al venerdì; dopo due lettere di contestazione per il mancato rispetto della nuova turnazione, sono poi arrivate le nove lettere di licenziamento.

I sindacati di categoria – nelle sigle Flai Cgil, Fai Cisl, Uila Uil e Ugl Agro Alimentari, insieme alla Rsu aziendale – denunciano in un comunicato il mancato confronto dopo l’introduzione di un sistema di turnazioni non previsto dal Contratto collettivo nazionale di lavoro:

L’azienda, nel comunicare l’introduzione di questa turnazione, l’aveva subordinata ad un accordo con i sindacati che però non c’è stato, introducendolo e facendo partire le lettere di contestazione e, infine, quelle di licenziamento nei confronti di 9 dei 21 dipendenti dello stabilimento di Caivano, chiedono l’immediato ritiro dei licenziamenti, ritenuti immotivati spropositati e pretestuosi e il rispetto degli accordi e del contratto collettivo nazionale di lavoro

37 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage