Un arsenale nascosto in un condominio dell’Appio Tuscolano: trovate armi, esplosivi e una bomba a mano

Mitra, fucili, pistole, proiettili, bombe a mano ed esplosivi. Un vero e proprio arsenale è stato trovato in un condominio nella zona di San Giovanni. A custodirlo, tre uomini – tra cui un insospettabile imprenditore – fermati dai carabinieri che hanno anche sequestrato chili di droga e munizioni. I tre, di 56, 41 e 29 anni, sono accusati di “detenzione abusiva di armi, anche da guerra, ricettazione, riciclaggio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”, come spiegano fonti dell’Arma. 

Le armi erano nascoste in un garage, nel seminterrato di un condominio al civico 63 di via Castel Gandolfo. Nel box c’era un trolley che custodiva sei mitragliatori clandestini, tre caricatori per fucili, 4 per pistole e due per fucili d’assalto. E ancora 2 Beretta calibro 32, una pistola Smith & Wesson e due silenziatori. Sopra uno scaffale c’erano invece centinaia di munizioni.

In uno zaino, invece, è stata trovata una bomba a mano, risalente alla II guerra mondiale completa di sistemi di sicurezza. Sempre nel garage, c’erano anche tre esplosivi artigianali di solito utilizzati per fare rapine.

Non solo armi. I carabinieri hanno anche sequestrato droga. Prima hanno trovato 9 bustine di marijuana, poi circa due chili di hashish, dosi di marijuana pronte per lo spaccio e materiale per il confezionamento. Sequestrata anche una Lancia, nella quale era stato creato un vano per nascondere e trasportare oggetti. La posizione dei tre uomini fermati è al vaglio dell’autorità giudiziaria. I carabinieri indagano per capire se le armi erano state usate, oppure se il gruppo le nascondeva per qualcun altro in cambio di una “retta”, ossia una sorta di custodia pagata.

Fonte : Roma Today