Benzina e diesel alle stelle: come risparmiare (sul) carburante

La benzina ha toccato un rincaro del 17,2% e il gasolio al self service del 25% nelle due settimane successive all’invasione russa dell’Ucraina, a fronte di aumenti che per il greggio di riferimento, il Brent, si sono fermati a +12% al barile. Proprio per questo il ministro della transizione ecologica, Roberto Cingolani, ha parlato l’altro ieri di aumenti ingiustificati causati da “una spirale speculativa su cui guadagnano in pochi”. Ma in attesa che le istituizioni intervengano, ammesso che riescano a farlo, chi fa rifornimento è costretto a sborsare cifre non indifferenti. Partendo dal presupposto che rispetto al periodo “pre-bellico” chi è costretto a usare l’auto spenderà giocoforza di più, qualche piccolo accorgimento per risparmiare è possibile comunque metterlo in pratica.

Il primo è banalmente quello di rifornirsi alla pompa più conveniente. In questo caso la tecnologica ci viene in aiuto. Già da qualche anno esistono applicazioni sviluppate per gli smartphone (nella maggior parte dei casi disponibili sia per gli utenti iOS che per quelli Android) che in tempo reale segnalano i prezzi dei carburanti in tempo reale (vedi lista in basso). Un altro modo per risparmiare sul pieno è semplicemente quello di consumare meno. Come? Non soltanto cercando di prendere l’auto il meno possibile (cosa che giova anche alla nostra salute), ma adottando uno stile di guida meno aggressivo. 

I consigli per risparmiare sul carburante

Il consiglio è quello di effettuare accelerate graduali, evitando brusche frenate e cambi di marce inutili. A bordo è consigliabile tenere un carico moderato, evitando di portarsi dietro oggetti (magari pesanti) che potremmo tranquillamente lasciare a casa. Il climatizzatore può assorbire in maniera pesante sul consumo della benzina arrivando fino al 10% in autostrada e al 25% in città. Si tratta di uno stile guida che molti adottano già, laddove altri automobilisti sono stati finora meno attenti al risparmio. Proprio per questi ultimi il momento è più che mai propizio per cambiare stile di guida.

Dunque è buona norma provare a guidare in maniera fluida evitando di tirare le marce e di superare i 2.500/3.000 giri del motore. Anche la pressione degli pneumatici è importante: se le gomme non sono gonfie al punto giusto si consuma tra l’1% e il 2% in più. Senza dimenticare, lo dicevamo sopra, che quando è possibile l’auto andrebbe lasciata a casa: se dobbiamo fare solo qualche centinaia di metri, è consigliabile percorrerli a piedi. Ne gioverà il nostro fisico e l’ambiente, oltre che il nostro portafogli. Il solo fatto di prediligere le marce alte può farci risparmiare il 10% del carburante.

Benzina e diesel: le app per confrontare i prezzi

Tornando alla scelta del distributore, come spiegavamo sopra oggi la tecnologia ci viene in auto ed esistono apposite app per smartphone che possono orientarci nella scelta. Ne elenchiamo alcune. 

  • Prezzi Benzina: Disponibile per Android e iOS e provvista di sito, è una delle app di questa tipologia in assoluto più diffuse. Al suo interno si può trovare la lista dei distributori con i relativi prezzi dei carburanti, aggiornati in tempo reale
     
  • Fuelio: Disponibile per Android e iOS, quest’app attraverso l’interazione con Google Maps, Drive e Dropbox, provvede a a monitorare il chilometraggio, i consumi e i prezzi del carburante, Ha anche funzioni da promemoria con cui tenere traccia dei costi
     
  • Fuel Flash: Disponibile per utenti Android, mostra i prezzi di oltre 60.000 stazioni di rifornimento in Italia, Francia, Austria, Germania, Portogallo e Spagna
     
  • Gaspal: Disponibile per Android e iOS, permette di conoscere il prezzo di tutte le stazioni di servizio in pochi secondi e guida nella navigazione verso il distributore scelto. Consente inoltre di registrare e monitorare le spese per il carburante
     
  • Ecomotori: Disponibile per Android e iOS e di un sito, quest’app la mappa dei distributori di metano e GPL oltre a quelle delle colonnine elettriche, segnalando i prezzi più convenienti.
     
  • IlPieno2: Disponibile per Android, è un’app utile per tenere traccia delle spese di rifornimento e manutenzione del veicolo ma ha recentemente aggiunto la funzione di ricerca dei distributori più economici in Italia, Francia, Spagna, Germania e Austria.
     
  • BenzinLitre: Disponibile per Android, mostra i prezzi più convenienti di GPL, benzina, diesel, metano e elettrico.

Fonte : Today