Torino-Inter, Vagnati: “Rigore netto, non si può non fischiare. Decisione inaccettabile”

Il Torino va avanti al 12′ con Bremer e riesce a mantenere il vantaggio fino al gol di Sanchez, arrivato in pieno recupero. Rammarico granata dopo la sfida con l’Inter, la vittoria e i tre punti preziosi sfumano nel finale. Ma il Torino nel post partita protesta soprattutto per un rigore non dato nel finale di primo tempo per un fallo di Ranocchia su Belotti. Dure le parole di Davide Vagnati: “Per la prima volta, dopo una gara, ci presentiamo a parlare come società, abbiamo sempre rispetto per le decisioni e chi le prende – le parole del direttore sportivo granata – Ma questa volta c’è stato un errore oggettivo. Anzi, di errori ce ne sono stati due, perché anche non dare il rigore in diretta lo è. Questo è rigore sia con il Var che senza il Var, quindi è doppiamente grave. Sono andato dal direttore di gara Guida, dicendogli che il rigore era netto. Lui mi ha risposto: “Se non mi richiamano nemmeno dal Var, significa che evidentemente ho preso la decisione giusta”. Deve essere sempre l’arbitro a dare il rigore, perché poi il Var diventa eventualmente una giustificazione. Questo è un rigore che non si può non fischiare, Massa è un arbitro internazionale e non può fare un errore del genere. L’Inter è una grande squadra, per pareggiare con loro dobbiamo fare una partita eccezionale e se c’è un rigore ce lo devono dare. Guida vede e dice di andare avanti, se non lo avesse visto avrei potuto anche capire ma così no. È inaccettabile perché la partita era praticamente vinta, invece l’abbiamo pareggiata”.  

Juric: “Peccato non averla chiusa. Rigore non dato? Inspiegabile”

Questo, invece, il commento di Ivan Juric: “Il primo tempo è stato giocato molto bene, abbiamo dominato, trovato il gol e il rigore. Nel secondo tempo c’è stato un po’ di calo, ma ci siamo ripresi alla grande creando tante altre palle gol, peccato non averla chiusa. Sul gol dell’1-1 mi sono arrabbiato, in quella situazione abbiamo fatto due errori: il primo è stato di ripartire subito e il secondo di non gestire la palla in avanti. Abbiamo pagato questa cosa a caro prezzo. Competere per l’Europa? Siamo lontani nell’organizzazione, nel mercato e in tutto il resto. Anche quest’anno, dove ho la sensazione di aver fatto un grandissimo lavoro, abbiamo sprecato tanto, in troppe partite abbiamo regalato punti, soprattutto negli ultimi minuti”. Infine, sul rigore non dato nel primo tempo: “È l’ennesimo episodio in cui veniamo penalizzati, a partire dal gol annullato a Venezia. Questo è inspiegabile, ha parlato Vagnati e andiamo avanti. Il rigore era netto, non si è capito perché non l’abbia fischiato. Fino a quel momento avevamo dominato, sul 2-0 sarebbe stato tutto diverso”.

Fonte : Sky Sport