The Lost City, arrivano le prime recensioni dell’action con Bullock, Tatum e Brad Pitt!

Potrebbe essere il guilty pleasure di quest’anno, come lo definiscono già molti critici, il nuovo film con Sandra Bullock e Channing Tatum. L’action romance The Lost Z conta anche sulla partecipazione straordinaria di Brad Pitt, Daniel Radcliffe e Dwayne Johnson. Ecco cosa ci dicono le recensioni dagli USA.

In arrivo in Italia il 21 aprile, The Lost City si mostra nel trailer per il pubblico nostrano, ma già per intero alla critica internazionale, che ha avuto modo di vederlo in anteprima al South By Southwest Film Festival attualmente in corso. Oltre alla prova di Brad Pitt, notata e commentata da molti, il film conterà anche sulla presenza di Dwayne Johnson, che si prepara al suo imminente Black Adam ma ha legato il suo nome a titoli dalle atmosfere simili come Jumanji, Viaggio nell’Isola Misteriosa e il Jungle Cruise in sviluppo per un sequel. La Bullock è un’autrice rapita da un miliardario (Radcliffe) e portata in salvo da un modello che interpreta l’eroe dei suoi romanzi (Tatum).

Peter Debruge di Variety dice che questo è sicuramente il tipico guilty pleasure che prende il vecchio film d’avventura e lo rifinisce per un nuovo pubblico: ”È stata una boccata d’aria fresca: il tipo di vacanza ventilata di due ore che non si prende troppo sul serio, offrendo battute svitate tra Bullock e Tatum; una caccia al tesoro che finge di essere più progressista, alternando il chi salva chi, di quanto non sia in realtà”.

John Defore di The Hollywood Reporter afferma che il film segna un piacevole ritorno al passato traendo ispirazione da Indiana Jones e All’inseguimento della pietra verde. Le star, in particolare Channing Tatum, elevano il film e lo salvano dal diventare un’azione generica: “Qui però l’azione è migliore quando è comica e guidata dal personaggio, non cercando di essere all’altezza dei capolavori del passato. Ma se non essere all’altezza dell’esempio de I predatori dell’arca perduta fosse un crimine, gran parte di Hollywood sarebbe in prigione”.

Robert Daniels di IndieWire valuta il film B- ed è d’accordo sul fatto che l’intesa tra Sandra Bullock e Channing Tatum salvi il film, che è un po’ “la materia svenuta di cui sono fatti i romanzi rosa“. La commedia fisica dell’attore è perfettamente integrata dall’ex Navy SEAL interpretato da Brad Pitt: ”Pitt si muove rapidamente, disabilitando facilmente un gruppo di scagnozzi minacciosi mentre Tatum interpreta Alan con un fascino slapstick, inclinandosi in un consapevole imbarazzo corporeo. Tatum è sempre stato un attore fisicamente consapevole, spesso minimizzando il suo aspetto muscoloso per far ridere. E qui da’ il massimo, impiegando un’agilità nervosa e una delicatezza esitante per gag precise”.

Il critico di The Wrap, Martin Tsai, afferma che The Lost City non si impegna mai completamente, ma si diverte molto lungo la strada. Il ruolo di Brad Pitt può essere più grande di un tipico cameo, ma è un ladro di spettacoli e il pubblico potrebbe non pensare che il suo ruolo sia abbastanza importante: “Dopo il primo atto arguto e ricco di azione, il film cambia marcia in modalità romanzo rosa. Sfortunatamente, non riesce mai a sostenersi o riprendersi una volta terminato il travolgente cameo di Pitt. È comunque piacevole, anche se difficilmente soddisferà gli assetati di azione e avventura”. Voi lon andrete a vedere? Ditecelo nei commenti!

Fonte : Everyeye