C’è da rimuovere una bomba: domenica evacuata un’area a Roma sud

A due settimane dal ritrovamento di un ordigno bellico in via della Cecchignola, arriva il momento della sua rimozione. Come sempre accade in questi casi è necessario provvedere all’evacuazione della cittadinanza residente in zona. Siamo al civico 281 e qui, lo scorso 28 febbraio, fu ritrovato un ordigno della seconda guerra mondiale. 

L’area del ritrovamento (e dell’evacuazione)

L’area di Roma sud interessata al ritrovamento per fortuna non è densamente popolato. L’esercito in queste settimane ha piantonato e organizzato le operazioni di rimozione, fornendo alle autorità le indicazioni del caso. In particolare il VI reggimento genio pionieri dell’esercito ha indicato la necessità di mettere in sicurezza l’area nel perimetro di 184 metri dal ritrovamento dell’ordigno (via Cecchignola 281), aggiungendo anche il divieto di sorvolo. 

Quando avverrà la rimozione della bomba

Le indicazioni sono state trasmesse al Campidoglio e recepite in un’ordinanza del sindaco di Roma Roberto Gualtieri. Il documento dispone la rimozione dell’ordigno e l’evacuazione dell’intera area. Le operazioni si svolgeranno domenica 13 a partire dalle 7.30. A quell’ora chi abita nel perimetro indicato, ovvero 184 metri da via di Cecchignola 181, dovrà essere allontanato dalla propria abitazione. 

rimozione bomba roma sud

La polizia locale libera gli appartamenti

Ad occuparsene sarà la polizia locale che disporrà anche un presidio nella zona, disponendo la chiusura al traffico dell’area. Le operazioni, in base alle indicazioni, dovrebbero concludersi entro le 11. Nelle operazioni sarà impegnato anche personale della protezione civile di Roma Capitale. 

Ai cittadini è raccomandato, prima di lasciare la propria abitazione, di chiudere il rubinetto del gas e di tenere aperte le finestre. 

Fonte : Roma Today