The Adam Project, Reynolds e Ruffalo parlano di viaggi nel tempo… con Christopher Lloyd!

Per promuovere il loro The Adam Project, Ryan Reynolds e Mark Ruffalo reclutano Christopher Lloyd in qualità di esperto di viaggi nel tempo, in un’esilarante pubblicità progresso dedicata al pubblico statunitense, per ricordare che domenica 13 marzo entrerà in vigore il Daylight Savings Time, l’equivalente della nostra ora legale.

Reduci dalla comune esperienza come supereroi Marvel, Reynolds e Ruffalo rivelano di sentirsi in dovere di portare questo messaggio di servizio pubblico agli statunitensi, invitandoli anche a non perdersi il film Netflix che li vede protagonisti (ecco la nostra recensione di The Adam Project).

E per rendere questo spot “epico come il film“, si avvalgono di un attore che ha una lunga esperienza in merito ai viaggi nel tempo: si tratta di Christopher Lloyd, celebre per aver interpretato Doc nell’iconica trilogia cinematografica di Ritorno al futuro. A seguire, l’attore 83enne si cimenta in un monologo sullo scorrere del tempo e sull’importanza di affrontare il presente senza vivere nei ricordi, perché nella realtà tornare indietro nel tempo è impossibile.

In alcune recenti interviste, il regista Shawn Levy ha rivelato che le sue influenze principali sono quelle del cinema degli anni ’80, inclusi i lavori del primo Spielberg e di Zemeckis, e che desidera avere la possibilità di dirigere un film Marvel o Star Wars.

The Adam Project non diventerà un franchise. Nonostante Shawn Levy abbia contribuito alla nascita di saghe come quella di Una notte al museo, il regista ha dichiarato di non voler dare un seguito alla pellicola “perché il film si risolve esattamente con la sensazione che volevo, che è quella combinazione di calore e lacrime, ma anche di speranza. Voglio lasciarlo così com’è“.

Fonte : Everyeye