Ucraina, rapito il sindaco di Melitopol: “Ivan Fedorov portato via con un sacchetto in testa”

Guerra in Ucraina

11 Marzo 2022

Il sindaco sarebbe stato sequestrato dai russi, secondo quanto afferma il consigliere del ministro degli Interni, perché si rifiutava di collaborare: “Non voleva rimuovere la bandiera dell’Ucraina dal suo ufficio”

0 CONDIVISIONI

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Guerra in Ucraina
ATTIVA GLI AGGIORNAMENTI

Ivan Fedorov, sindaco della città ucraina di Melitopol, sarebbe stato sequestrato da truppe armate russe nel centro della sua città, che si trova a sud di Zaporizhzhia e non lontana da Mariupol. Questo, almeno, è quello che riportano alcune fonti ucraine. Nello specifico è il consigliere del ministro degli Interni Anton Gerashchenko a spiegare su Telegram che Fedorov è stato rapito da un gruppo di dieci russi che gli hanno messo un sacchetto di plastica in testa. Del presunto sequestro è stato diffuso un video da parte di Kirill Tymoshenko, direttore dell’ufficio della presidenza ucraina.

Il rapimento di Ivan Fedorov

I rapitori “lo hanno trattenuto nel centro di crisi della città, dove si stava occupando di sostenere i cittadini. C’era una bandiera ucraina nell’ufficio di Ivan Fedorov”, ha spiegato Gerashchenko. Fedorov sarebbe stato preso proprio perché si era rifiutato di collaborare con le forze di occupazione, rifiutandosi di rimuovere quel vessillo. Il sindaco di Melitopol aveva conseguito un’onorificenza da parte del presidente ucraino Zelensky. Un riconoscimento che il primo cittadino aveva deciso di estendere all’intera cittadinanza. “Sono orgoglioso del mio Paese e di ogni ucraino che oggi, al limite delle capacità umane, sta facendo tutto il possibile per salvare il nostro Stato – aveva dichiarato il sindaco Fedorov al Giornale.it – . Sono grato a tutti i combattenti delle Forze Armate dell’Ucraina, a tutti coloro che ora sono sulla linea difensiva, medici, volontari – ci siamo uniti per il nostro Stato, il nostro futuro e la nostra vita. L’Ucraina sopravviverà: faremo di tutto per questo”.

Le proteste a Melitopol

A Melitopol nelle ultime settimane sono andate avanti diverse manifestazioni pacifiche dei cittadini contro l’occupazione dell’esercito russo. Le persone sono nuovamente scese in piazza a manifestare con le bandiere dell’Ucraina contro l’occupazione della loro terra. Probabile che cittadini che si riuniscano ancora per un’ulteriore manifestazione di protesta per quanto avvenuto oggi.

Leggi anche

Ha partorito Marianna, la donna simbolo del bombardamento dell’ospedale di Mariupol

0 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage