Shawn Levy: “The Adam Project resterà così com’è, non tutto deve diventare un franchise”

Siamo sicuramente nell’era dei franchise. La nascita del DCEU, la Marvel, Star Wars, sono solo alcuni degli esempi più celebri. Shawn Levy è un grande fan di quest’ultimo, che ha inserito nel suo film Free Guy, ed è lui stesso un grande “creatore di franchise”. Tuttavia in un’intervista ha detto che “non tutto deve essere un franchise o un IP”.

Levy ha infatti recentemente parlato con Indiewire del suo ultimo film, The Adam Project, in arrivo su Netflix l’11 Marzo. Si tratterà di una pellicola di fantascienza per adulti e bambini, che coinvolge un’ampia fetta di pubblico proprio come molti dei suoi film. Il regista ha dato vita a diverse saghe di questo genere nel tempo: basti pensare a Una notte al museo o alla sua mano nella serie Stranger Things. Ora molti gli chiedono se abbia qualche idea di trasformare The Adam Project in un franchise.

“Una delle più grandi soddisfazioni che ho avuto nella mia carriera è quante volte sono riuscito a realizzare qualcosa che è poi diventato un franchise” ha ammesso il regista. Tuttavia, andando ad analizzare un film come The Adam Project, ha dovuto spiegare cosa è successo quando si è iniziato a pensare a un sequel nel momento in cui sono stati mostrati i primi cut a Netflix. “Io e Ryan ne abbiamo discusso ed entrambi abbiamo pensato: ‘Sai cosa? Questa roba è esattamente quello che ci siamo prefissati di realizzare e credo che resterà così”. Non abbiamo mai avuto la pressione per lasciare [il finale] più aperto, ma immagino, pistola alla testa, che avrei potuto inventare idee per il sequel. Momentaneamente non voglio perseguire questo percorso, perché il film si risolve esattamente con la sensazione che volevo, che è quella combinazione di calore e lacrime, ma anche di speranza. Voglio lasciarlo così com’è.

E probabilmente è la scelta migliore. In fin dei conti per i franchise c’è sempre tempo, anche per quelli già famosi: infatti Shawn Levy ha parlato anche della Marvel e di Star Wars, per cui dirigerebbe volentieri.

Fonte : Everyeye