Gettano involucro dall’auto in corsa, fratelli pusher trovati con 70 dosi di cocaina

Fratelli spacciatori ad Ostia. A trovarli con cocaina ed hashish i carabinieri che li hanno poi arrestati. In particolare sono stati i militari della sezione radiomobile della compagnia lidense, impegnati in un controllo stradale, a notare i due (di 23 e 33 anni), gettare a terra degli involucri. 

Bloccati dopo un breve inseguimento, sono stati trovati in possesso, sia sulla persona che nella loro abitazione,  di oltre 70 involucri di cocaina nonché 100 grammi di hashish. Nella rete dei controlli stradali è finito anche un 18enne fermato e trovato in possesso di circa 40 grammi di hashish, suddivisa in dosi, 625 euro in contanti e di ulteriori 200 grammi della medesima sostanza occultati nella sua abitazione, segno di una fiorente attività di spaccio anche da parte di giovanissimi.

L’arresto dei due fratelli è arrivato nell’ambito di una intensificazione delle attività di contrasto allo smercio e consumo di sostanza stupefacente ad Ostia da parte dei carabinieri della compagnia locale. 

I numerosi interventi si sono concentrati nelle aree più sensibili sotto il profilo della compravendita di droga, le cosiddette “piazze di spaccio”, ma si sono sviluppate mirate attività info-investigative. I plurimi servizi hanno consentito, in una settimana, di arrestare 8 persone, di età compresa tra i 18 e i 52 anni, gran parte delle quali già gravate da specifici procedenti, e di sequestrare, complessivamente, circa 50 grammi di cocaina e 540 grammi di hashish. 

Gli arresti in flagranza sono stati eseguiti sia a seguito di mirate perquisizioni domiciliari svolte dai carabinieri della stazione di Ostia, come quella ad un 40enne con precedenti,  he ha consentito di rinvenire 30 dosi di cocaina nonché oltre 90 grammi di hashish occultati in vario mobilio di casa, sia, in altra circostanza, in occasione dell’esecuzione di uno sfratto in una abitazione abusivamente occupata da un 30enne, durante il quale i militari hanno trovato oltre 100 grammi di hashish in una scarpiera. 

Anche i mirati servizi di osservazione e pedinamento in notorie “piazze di spaccio”, hanno consentito di arrestare in più circostanze tre soggetti di 52,  51 e 47 anni, con precedenti, notati cedere o nascondere, complessivamente, 36 dosi di cocaina, poste sotto sequestro, insieme ad un coltello a serramanico portato al seguito da uno dei tre durante l’attività illecita. 

Tutti gli arresti sono stati convalidati dal tribunale di Roma e i soggetti fermati sottoposti a varie misure cautelari. Interventi ad ampio spettro dei carabinieri nella frazione lido, che hanno l’obbiettivo di contrastare tutti i fenomeni di degrado urbano e di criminalità diffusa.
 

Fonte : Roma Today