Twitter sbarca nel ‘dark web’ per aggirare la censura di Mosca

Twitter ha deciso di lanciare una versione ‘onion’ del suo sito, in grado di proteggere la privacy e eludere la sorveglianza, per ‘bypassare’ la censura in Russia, dove il social è stato fortemente limitato dalle autorità. Gli utenti, scaricando un browser ad hoc, chiamato ‘Tor’, possono entrare nel dark web, rete che include anche siti illegali o criminali, utilizzata spesso dalle persone solo per restare anonime per ragioni di sicurezza o per accedere a siti censurati dai governi, come nel caso di Twitter.

Twitter accessibile tramite Tor browser

Da Mosca, come noto, è stato bloccato l’accesso a Facebook e limitato quello a Twitter, per ridurre al minimo il flusso delle informazioni sul conflitto bellico in corso di svolgimento in Ucraina. Entrambe le società hanno spiegato che sono al lavoro per ripristinare gli accessi dei propri utenti russi, iniziativa che accompagna il blocco dei media statali russi, filo-putiniani.

Il padre del software, Alec Muffet, aveva annunciato nei giorni scorsi la novità, proprio attraverso il social guidato da Parag Agrawal: “forse è il tweet più importante e tanto atteso che abbia mai scritto”.

Tweet di Alec Muffet-2

La versione appena lanciata, come ha spiegato lo stesso Muffet, aggiunge livelli di protezione maggiore all’esperienza di navigazione già di per sé anonima, ed è progettata specificamente per la sicurezza in rete. In realtà si poteva già navigare su Twitter utilizzando il browser Tor, ma la versione appena lanciata è stata progettata apposta per adattarsi al meglio e in maniera completa alla rete Tor.

“Impostare un indirizzo ‘onion’ diretto a Twitter – ha concluso Muffet – è un passaggio pratico che dimostra come l’azienda voglia rispondere concretamente alle esigenze delle persone che usano il software per la privacy”.

[embedded content]

Fonte : Today