Black Panther, il regista Ryan Coogler scambiato per un rapinatore: arrestato

Ryan Coogler, regista del film Marvel “Black Panther”

Black Panther, arrestato il regista Ryan Coogler: scambiato per un rapinatore in banca

Il regista di Black Panther è stato scambiato per un rapinatore. Ryan Coogler, genio dietro il film Marvel da oltre un miliardo di dollari di incasso globale, è stato scambiato per un rapinatore ad Atlanta e fermato dalla polizia. L’incidente, in realtà, risale ormai a gennaio, ma solo ora Coogler, tra i più promettenti cineasti afroamericani di Hollywood, lo ha confermato pubblicamente parlandone con il settimanale americano “Variety”. “Non sarebbe mai dovuto succedere. Ma Bank of America ha collaborato e abbiamo chiuso il capitolo”, ha riferito il 35enne regista che si era recato in banca come un normale cliente.

Ma cos’è successo esattamente? Berretto in testa, occhiali da sole e maschera anti-Covid, Coogler aveva dato al cassiere il foglietto che si usa per ritirare fondi da un conto e una annotazione sul retro: “Vorrei 12 mila dollari dal mio conto corrente. Contate le banconote altrove per favore. Vorrei essere discreto”. Il cassiere, in quel momento, ha temuto il peggio. Informato il capo della filiale temendo un’imminente rapina, ha chiamato la polizia. 

Fonte : Affari Italiani