Online il nuovo sito del Dipartimento della Protezione Civile

Raggiungibile all’indirizzo www.protezionecivile.gov.it, il portale è stato realizzato in adesione alle linee guida di design per i siti web delle Pubbliche amministrazioni di Agid, Agenzia per l’Italia digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Le linee guida Agid definiscono criteri di usabilità, accessibilità e design per le amministrazioni italiane, con l’obiettivo di rendere più semplice e intuitivo l’accesso ai servizi e alle informazioni per tutti i cittadini.

Il sito istituzionale del Dipartimento si presenta, quindi, in una veste completamente rinnovata sia sotto il profilo grafico sia dal punto di vista dell’organizzazione dei contenuti, con una struttura agile e snella, di facile consultazione anche da mobile.

Per offrire all’utente una migliore esperienza di navigazione, il portale è articolato in mini-siti.

Le aree tematiche spaziano dal Servizio Nazionale, al volontariato, ai rischi, alle emergenze di protezione civile, alle relazioni internazionali. Ampia visibilità è, inoltre, riservata al mondo della scuola e dei giovani, alla formazione, agli eventi organizzati dal Dipartimento in ambito nazionale e internazionale.

Completano l’offerta informativa una sezione per le domande frequenti, navigabile per profili e temi, e una dedicata alle mappe, consultabile per tipo di rischio e ambito emergenziale.

Il nuovo sito punta a raggiungere ogni cittadino interessato ad approfondire i temi di protezione civile in ordinario e in emergenza ed è, al contempo, una finestra sulle attività del Servizio Nazionale che si rivolge a tutti gli attori del Sistema.

Per questo l’approccio è modulare e consente all’utente diversi livelli di approfondimento spaziando dall’attualità, ai dossier, alle schede tecniche, alla normativa, ai contributi multimediali. In relazione al multimedia, il sito integra le fotografie e i video pubblicati sull’account Flickr e sul canale YouTube del Dipartimento.

I contenuti testuali, multimediali e i dati pubblicati sul sito sono tutelati dalla licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), ad eccezione dei provvedimenti normativi e di contenuti tutelati da specifiche licenze.

Fonte : Protezione Civile