La Mercedes piatta coglie impreparata la Formula 1: “Non lo avevamo previsto”

10 Marzo 2022

Il direttore tecnico della Formula 1 Ross Brawn ammette che le soluzioni estreme portate in pista nei test F1 2022 del Bahrain hanno sorpreso anche la F1 che non si aspettava una macchina così rivoluzionaria nel momento in cui è stato redatto il regolamento.

16 CONDIVISIONI

Il Mondiale di Formula 1 2022 non è ancora iniziato ma le prime polemiche hanno già fatto capolino nel paddock. Le soluzioni aerodinamiche estreme portate in pista a Sakhir dalla Mercedes nella prima giornata dei test pre-stagionali hanno difatti già messo in allerta la Red Bull e le altre scuderie rivali che hanno chiesto già chiarimenti alla FIA riguardo alla regolarità della rivoluzionaria “W13 senza pance” svelata dal team di Brackley in Bahrain a pochi giorni dall’inizio della nuova stagione.

Sotto la lente d’ingrandimento sono finite soprattuto la zona dei sidepod quasi completamente piatta (con i radiatori spostati nella parte alta della carrozzeria) e le basi d’appoggio per gli specchietti che sembrano però essere delle vere e proprie ali laterali che fungono da deviatori di flusso (vietati dal regolamento in quanto tali). La FIA, a conoscenza del progetto Mercedes, ha già approvato queste soluzioni ma, la richiesta di chiarimenti da parte delle altre squadre costringerebbe la Federazioni ad ulteriori verifiche e a pronunciarsi sulla regolarità o meno delle singole soluzioni e non del pacchetto complessivo.

Ad essere sorpresa dalle avveniristiche soluzioni trovate dalla Mercedes per la W13 di Lewis Hamilton e George Russell non solo però solo gli avversari. Gli ingegneri di Brackley difatti hanno stupito anche la Formula 1 che, come ammesso dal direttore tecnico del Circus Ross Brawn, non si aspettava di trovarsi davanti una macchina così rivoluzionaria come quella portata in pista in Bahrain dalla scuderia anglo-tedesca:

Leggi anche

La Ferrari avvantaggiata rispetto alla Mercedes per la vettura 2022: “Vale 2 decimi al giro”

Alcune delle soluzioni onestamente non le avevamo mai previste e penso che torneremo indietro, indagheremo su queste soluzioni e ci assicureremo che mantengano gli obiettivi delle nuove regole. Penso che lo facciano. Non c’è dubbio che non avevamo previsto il concetto piuttosto estremo della Mercedes e ci sarà un sacco di dibattito sulla sua interpretazione – ha infatti detto Ross Brawn durante il primo giorno di test pre-stagionali di Sakhir –.

Le nostre prime impressioni sono che qui non c’è nulla di cui siamo eccessivamente preoccupati in termini di rispetto di quegli obiettivi dei regolamenti, quindi – ha poi proseguito l’ex Ferrari – al momento è semplicemente affascinante vedere un’ampia gamma di soluzioni. C’è però da dire che quando le squadre presentano concetti estremi, non vengono penalizzate automaticamente e la FIA osserverà tutto. Una squadra – ha infine concluso il direttore tecnico della Formula 1 – potrebbe aver presentato soluzioni a cui la FIA non aveva pensato e in quel caso verranno esaminate“.

16 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage