Dramma per Ryan Coogler: regista di Black Panther scambiato per rapinatore e arrestato

Mentre le nuove foto da Black Panther 2 anticipato l’esordio di Namor, il regista e sceneggiatore dei Marvel Studios Ryan Coogler è stato scambiato per un rapinatore di banche negli Stati Uniti, più precisamente ad Atlanta.

Lo spiacevole evento, per fortuna risoltosi per il meglio, si è verificato a gennaio 2022, ma solo in queste ore Ryan Coogler lo ha raccontato ai microfoni di Variety: “Questa situazione non sarebbe mai dovuta accadere. Tuttavia, la Bank of America ha affrontato la situazione insieme a me e con mia grande soddisfazione ci siamo lasciati la cosa alle spalle.

Secondo TMZ, che per primo ha riportato la notizia sulla base di un rapporto ufficiale della polizia, Ryan Coogler è stato arrestato dopo essersi recato nella sede della Bank of America di Atlanta per effettuare una transazione. Il regista 35enne – che indossava un cappello, occhiali da sole e una maschera per il COVID – si è presentato allo sportello e ha consegnato al cassiere una ricevuta di prelievo con una nota scritta sul retro che diceva: “Vorrei ritirare $12.000 contanti dal mio conto corrente. Per favore, fai il conteggio dei soldi da qualche altra parte. Vorrei essere discreto“. Un portavoce della Bank of America ha dichiarato a Variety: “Siamo profondamente dispiaciuti che si sia verificato questo incidente. Non sarebbe mai dovuto accadere e ci siamo scusati con il signor Coogler.”

Coogler sta ancora girando il sequel Black Panther Wakanda Forever proprio ad Atlanta. L’uscita del film è prevista per novembre.

Fonte : Everyeye