Come arredare casa usando materiali low-cost

Sfogliare le riviste di arredamento e sognare di avere una casa così. E’ possibile, senza spendere una fortuna ma, al contrario, investendo in materiali low-cost. Per avere un risultato d’effetto, infatti, i materiali fanno la differenza e anche tra quelli economici ce ne sono alcuni che possono trasformare ogni stanza senza spendere una fortuna.

Resistente e leggero: policarbonato

Materiale resistente e anche molto versatile, il policarbonato è flessibile e leggero e può essere utilizzato sia coprente che trasparente, un pregio che gli permette di assorbire tutti i colori che vuole. Utilizzato spesso in sostituzione del vetro, è facile da pulire e non si graffia facilmente, per questo spesso viene utilizzato nelle porte, ricreando lo stesso effetto di quelle a vetro, ma con il vantaggio di assicurare un maggiore isolamento acustico e termico a costi ridotti.

Il materiale, grazie alla sua versatilità, viene impiegato anche come elemento d’arredo, non è raro vedere sedie realizzate in policarbonato, dal design accattivante pronte a rendere unico l’ambiente.

Una valida alternativa al parquet: laminato

Il laminato è tra i rivestimenti più utilizzati negli ultimi tempi perché ha il vantaggio di ricreare le stesse venature del legno, ma può essere scelto da chi ha un budget ridotto. Il materiale, infatti, è costituito da doghe rivestite con uno strato che riesce a riprodurre fedelmente l’immagine del legno autentico. Il risultato è quello di un ambiente caldo e accogliente proprio come succede con il parquet, ma con un netto risparmio.

Pratico e durevole: pavimento in vinile

Quando si decide di realizzare una ristrutturazione low-cost, la scelta ricade immancabilmente sul pavimento in vinile perché è economico, facile da posare ed è disponibile in numerose finiture, alcune delle quali ricordano il legno del parquet. Il pavimento vinilico scuro è adatto ad ambienti ampi, e deve essere abbinato a mobili chiari sui toni del beige o color panna. La versione chiara, invece, è perfetta per le stanze piccole perché dona luminosità e si abbina ad arredi in rosa antico o verde. Il vantaggio di questo materiale è che non bisogna rimuovere il vecchio pavimento, oltre al fatto che resiste molto bene all’acqua.

Un classico intramontabile: piastrelle

Quando si sceglie uno stile d’arredo, oltre ai mobili anche i rivestimenti hanno un ruolo centrale. Se per i pavimenti si ha un’ampia scelta tra legno, grès porcellanato, resina e pietra naturale, per le pareti la scelta si orienta spesso sulle piastrelle. Fondamentali in cucina e nel bagno, sono resistenti, igieniche e se scelte nel modo giusto, si possono creare abbinamenti gradevoli anche con quelle low-cost, rispondendo all’esigenza di avere un risultato di qualità con costi contenuti.

Semplice ma d’effetto: pannelli in OSB

I pannelli OSB (Oriented Strand Board) ovvero i pannelli a scaglie orientate per anni sono stati sfruttati come materiale da costruzione, ma negli ultimi anni molti designer hanno deciso di utilizzarli per rivestire pareti, pavimenti e realizzare mobili. La loro caratteristica è quella di dare un tocco naturale agli ambienti oltre ad avere un costo ridotto ed essere facili da posare. Per avere un appartamento a prova di rivista patinata, è possibile scegliere tavoli, librerie, ma anche strutture del letto o mobiletti realizzati con questo materiale e per renderli davvero di tendenza basta tinteggiare del colore che si desidera.

Il ritorno della carta da parati

La carta da parati è tornata di tendenza da qualche tempo a questa parte. Permette di modificare la stanza con motivi decorativi più o meno classici, che vanno dal vintage, al geometrico o al contemporaneo. La posa è semplice e possono essere rimosse dando un nuovo look alla stanza con una spesa ridotta.

In un ambiente minimal la carta da parati perfetta è quella con molte decorazioni, in particolare linee e colori decisi, perché farà risaltare gli elementi d’arredo dando movimento alla camera. Una carta da parati con disegni geometrici accennati e tinte tenui invece, si abbina bene ad un ambiente moderno. La camera da letto è il luogo del relax quindi meglio puntare sui colori tenui, ma che diventano più accesi quando si tratta della camera dei ragazzi.

Le carte da parati moderne sono adatte anche a luoghi con maggiore umidità come il bagno e la cucina perché hanno una finitura lavabile e idrorepellente, e possono essere lavate come le piastrelle. Stile urban o temi naturali sono le scelte ideali per dare carattere e lasciare un’impronta personale in questi ambienti spendendo poco.

Prodotti online

Carta da parati

Pavimento laminato

Piastrelle ceramica

Pannello in legno OSB

Fonte : Roma Today