Repressione uiguri: capo Onu per i diritti umani visiterà lo Xinjiang a maggio

Le altre notizie del giorno: arrestato in Cina attivista cristiano che chiedeva indagini sul caso della donna incatenata a Xuzhou. Corea del Sud sequestra peschereccio nordcoreano nonostante intervento nave militare del Nord. Più di 7mila turisti russi bloccati in Thailandia. Il Kazakistan approfitta delle sanzioni occidentali alla Russia. Finora il governo indiano ha riportato in patria dall’Ucraina 17.100 connazionali.

ONU-CINA

L’alto commissario Onu per i diritti umani andrà in visita in Cina a maggio. Nel suo annuncio di ieri, Michelle Bachelet ha spiegato che il tour avrà come tappa anche lo Xinjiang, dove secondo attivisti ed esperti indipendenti il governo cinese detiene un milione di uiguri e altre minoranze turcofone di fede islamica in campi di concentramento e lavoro.

CINA

La polizia di Zaozhuang (Shandong) ha arrestato un attivista cristiano che indagava sul caso della donna trovata incatenata in una capanna a Xuzhou (Jiangsu). Secondo quanto riporta ieri ChinaAid, di Li Yu non si hanno notizie da più di 10 giorni. Egli aveva chiesto alle autorità di lanciare una formale indagine sul trattamento riservato alla donna.

COREA

Ieri, alla vigilia delle elezioni presidenziali in Corea del Sud, Seoul ha sequestrato un’imbarcazione da pesca nordcoreana che aveva sconfinato nelle acque territoriali sudcoreane. Nel compiere l’operazione, le Forze di sicurezza del Sud hanno sparato colpi d’avvertimento contro una nave militare di Pyongyang che provava a intervenire.

THAILANDIA-RUSSIA

Più di 7mila turisti russi sono bloccati in Thailandia. A causa delle sanzioni occidentali per l’invasione dell’Ucraina condotta dal proprio Paese, non riescono a trovare voli e ad accedere ai propri conti bancari per tornare in patria.

KAZAKISTAN

Le sanzioni degli Usa e dei suoi alleate alla Russia per la sua aggressione all’Ucraina ha favorito un aumento dell’export kazako attraverso il Mar Caspio. Prodotti che prima passavano per il territorio russo ora si spostano dai porti kazaki di Aktau e Kuryk all’Azerbaigian, per poi raggiungere via terra la costa georgiana sul Mar Nero.

ARABIA SAUDITA

Il governo Usa ha chiesto ieri a quello saudita di rivedere i casi che riguardano i “prigionieri di coscienza” e di permettere agli attivisti per i diritti delle donne di viaggiare all’estero. La richiesta di Washington all’alleato mediorientale arriva dopo periodi di tensione per l’assassinio del giornalista saudita Jamal Khashoggi, la guerra in Yemen e la produzione di petrolio.

INDIA-UCRAINA

Ieri l’ultimo grande gruppo di cittadini indiani è stato evacuato dal fronte di guerra e portato al confine occidentale dell’Ucraina. Gli studenti si trovavano a Sumy, cittadina sotto costante attacco dell’esercito russo. Finora, con 83 voli, le autorità di Delhi hanno riportato in patria dall’Ucraina 17.100 connazionali.

Fonte : Asia