È morto Oscar Cini, Garbatella piange lo storico antifascista: sua la scritta “Vota Garibaldi”

Militante comunista, antifascista, operaio Acea, segretario della sezione Ostiense, Oscar Cini è morto all’età di 92 anni. Volto noto e amato nel cuore della “rossa” Garbatella, lo stesso presidente dell’VIII municipio Amedeo Ciaccheri ha portato personalmente le condoglianze alla famiglia. 

“Se ne va senza cerimonie religiose o clamori si è raccolta attorno a lui la famiglia e il ricordo di chi sa che a storie come quella di Oscar siamo tutti debitori, anche se inconsapevoli” racconta il minisindaco. “Non ho conosciuto Oscar, non ho raccolto dalla sua voce il racconto orgoglioso di un quartiere operaio che ha cambiato volto tante volte in questo tumultuoso Novecento. Sono andato a salutarlo però per l’ultima volta. A rendere merito del debito di gratitudine verso di lui e la sua generazione che questo territorio non deve dimenticare. E mentre oggi dai cassetti di casa venivano fuori i ricordi intimi e i cimeli di una vita di militanza, ho sentito l’orgoglio di una vita venire fuori, passando di mano”.

Oscar, insieme al padre Alfonso, sono gli autori della storica scritta “Vota Garibaldi lista n.1” che campeggia sul muro di via Basilio Brollo. Sopravvissuta a pioggia, neve e grandine, è stata realizzata a mano in occasione delle elezioni politiche del 1948, le prime nell’Italia postbellica, e più volte oggetto di restauro. Nel 2019 addirittura cancellata per errore da operai del Comune e subito ripristinata e dedicata alla staffetta partigiana Tina Costa. Il richiamo all’eroe dei due mondi era dovuta al fatto che la “lista numero” uno, denominata Fronte Democratico Popolare, aveva come simbolo proprio il volto di Garibaldi. 

Fonte : Roma Today