Inter a un passo dall’impresa: Lautaro spaventa il Liverpool, Sanchez rovina tutto

8 Marzo 2022

L’Inter si illude con Lautaro ma l’espulsione di Sanchez la riporta sulla terra: i nerazzurri vincono in casa del Liverpool ma ai quarti di finale di Champions League ci vanno i Reds.

679 CONDIVISIONI

La grande illusione. L’Inter ha vinto 1-0 in casa del Liverpool ma questo risultato non è bastata per accedere ai quarti di finale di Champions League: la bellissima rete di Lautaro Martinez non è riuscita ad evitare l’eliminazione in casa dei Reds, dopo che a Milano la squadra di Klopp aveva vinto per 2-0. I nerazzurri hanno giocato una buonissima gara ad Anfield Road ma l’espulsione di Sanchez ha compromesso tutti i piani e i sogni della banda di Inzaghi.

Prima frazione equilibrata nelle prime battute, con le squadre che giocano in pochissimi metri e hanno preparato il match provando a bloccare tutte le possibili giocate offensive avversarie. Ad un certo punto la gara è stata fermata perché un tifoso nella Kop si è sentito male e lo staff medico dei Reds è intervenuto per verificare la situazione. Ad avvisare il direttore di gara dell’accaduto è stato Jurgen Klopp dopo il passaparola sugli spalti fino alla panchina.

Il Liverpool va vicinissimo al vantaggio con Matip, ma il suo colpo di testa si stampa sulla traversa della porta di Handanovic. Due occasioni importanti, una da parte e una dall’altra, arrivate entrambe su palle da fermo: la conclusione di Calhanoglu viene respinta da Alisson mentre la conclusione Alexander-Arnold da 25 metri finisce a pochi centimetri dal palo.

Leggi anche

Lautaro fa il solletico al Milan e l’Inter non segna da 403′, Inzaghi: “Il nostro è il miglior attacco”

Il Liverpool è partito molto forte nella ripresa colpendo il palo con Salah ma poco dopo la mezz’ora è arrivata la magia di Lautaro Martinez: il numero 10 dell’Inter ha infilato la palla sotto l’incrocio della porta di Alisson e ha riacceso le speranze nerazzurre. Anfield ammutolito. Il Toro pochi istanti prima aveva sbagliato una conclusione dal limite dell’area ma si è rifatto subito con una conclusione fantastica: l’argentino ha ritrovato il gol in Champions 490 giorni dopo quello siglato al Real Madrid il 3 novembre 2020.

L’illusione dei ragazzi di Inzaghi è durata pochissimo: Alexis Sanchez entra in maniera dura su Fabinho e si prende la seconda ammonizione. L’inferiorità numerica si è fatta sentire per i nerazzurri e il Liverpool ha sfiorato più volte il gol ma, nonostante qualche crepa (secondo palo di serata di Salah), la diga interista ha tenuto fino all’ultimo. L’Inter non riesce più ad essere pericolosa e arriva un’eliminazione che lascia un po’ l’amaro in bocca per la squadra campione d’Italia in carica.

Il tabellino di Liverpool-Inter

RETI: 61′ Lautaro.

LIVERPOOL (4-3-3): Alisson; Alexander-Arnold, Matip, van Dijk, Robertson; Thiago (66′ Henderson), Fabinho, Jones (65′ Keita); Salah, Jota (83′ Diaz), Mané. Allenatore: Klopp.

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij (46′ D’Ambrosio), Bastoni; Dumfries (75′ Darmian), Vidal, Brozovic (75′ Gagliardini), Calhanoglu (83′ Vecino), Perisic; Alexis, Lautaro (75′ Correa). Allenatore. Inzaghi.

ARBITRO: Antonio Matéu Lahoz (SPA).

679 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage