Colli Aniene: contro la violenza sulle donne, i disegni dei bambini sulle vetrine di 50 negozi

I bambini della scuola media ‘Tullio De Mauro’ hanno realizzato disegni per ricordare la festa della donna e contrastare ogni violenza. Le ‘piccole opere d’arte’ sono state affisse sulle vetrine dei negozi del quartiere Colli Aniene e resteranno esposte per l’intera settimana. L’iniziativa, che ha compreso anche la decorazione di una panchina a parco Tozzetti, è stata promossa dall’associazione Piccoli Giganti Onlus. 

panchina-00-2

‘L’amore non può essere una prigione, le donne devono essere libere di volare’. Ad accompagnare questa scritta il disegno di una farfalla: è l’opera che campeggia su una panchina di colore azzurro a parco Tozzetti, realizzata dall’associazione grazie al disegno di un piccolo studente di prima media. “Abbiamo chiesto ai ragazzi di realizzare disegni – ha spiegato Luigina Basilici, presidente dell’associazione – E loro supervisionati dalla professoressa Laura Ferulli – hanno prodotto dei piccoli capolavori. In realtà a noi serviva solo un disegno, per la panchina, ma quando li abbiamo visti, abbiamo voluto dare a ognuno di loro la giusta importanza e così abbiamo chiesto ai negozianti del quartiere di esporli”. L’operazione è stata resa possibile anche grazie alla disponibilità della scuola, della preside Patrizia Tozi e della vicepreside Mariangela Albanese. 

Le attività commerciali di Colli Aniene, circa 50 negozianti in tutto, hanno accolto i disegni e li hanno esposti. Non è la prima volta che si stringe un rapporto di collaborazione tra l’associazione e le realtà del quartiere. “Collaboriamo con tutti, il nostro obiettivo è mettere il bambino al centro” ha continuato Basilici.

L’associazione, infatti, nasce dall’idea di un gruppo di mamme che nel 2008 frequentavano il parco Tozzetti. In quell’anno una bambina di nome Vittoria scomparve a causa di una leucemia fulminante: qualche tempo più tardi è nata ‘Piccolo Giganti Onlus’ per non permettere che il suo nome venisse dimenticato e per sostenere i bambini che si trovano in difficoltà. L’associazione collabora, tra gli altri, con Salvamamme e con Race for the cure devolvendo i proventi a organizzazioni che si occupano di bambini. 

Fonte : Roma Today