Zoë Kravitz sgonfia le polemiche sull’ audizione per Dark Knight Rises: “Calmiamoci tutti”

Zoë Kravitz scartata da Batman per il colore della pelle: la notizia di ieri ha fatto il giro del mondo, suscitando non poche polemiche. Oggi, l’attrice del nuovo film sull’uomo pipistrello ha voluto chiarire le sue ultime dichiarazioni.

Prima di essere scritturata per il ruolo di Catwoman nel nuovo “The Batman” di Matt Reeves, la Kravitz ha dichiarato al The Guardian di essere stata discriminata nel casting per un piccolo ruolo nel film di Christopher Nolan del 2012, perdendo la possibilità di recitare nella pellicola perchè troppo “urban” e a causa del colore della pelle. Oggi la Kravitz è tornata sull’argomento e ha detto la sua tramite Instagram Stories:

Non mi è stato detto di essere troppo ‘urban’ per interpretare Catwoman in ‘Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno’. Non avrebbe avuto senso per me essere considerata per quel ruolo in quel momento“, ha scritto l’attrice. “Volevo fare un’audizione per una piccola parte nel film e mi è stato detto (non so chi l’abbia detto, ma questo è stato il modo in cui mi è stato formulato) che non sarebbero diventati ‘urban’ nella parte. Questo è quello mi è stato detto 10 anni fa: era un periodo molto diverso“.

La Kravitz ha poi continuato: “Non l’ho menzionato per puntare il dito o far sembrare razzista qualcuno, vale a dire Chris Nolan, i produttori del film o chiunque altro nel team del casting, perché non credo davvero che qualcuno volesse fare del male. Stavo semplicemente dando un esempio di cosa significava essere una donna di colore in questo settore in quel momento. Ancora una volta, questo è successo molti anni fa, quando queste parole sono state lanciate casualmente in giro, e anche se sono molto contenta che stiamo tentando di evolverci – calmiamoci tutti – oltre a controllare i fatti prima di scrivere cose non vere. “

Ricordiamo che il nuovo film con Zoë Kravitz e Robert Pattinson è al cinema e ne abbiamo parlato nella nostra recensione di The Batman.

Fonte : Everyeye