La liberazione di viale Aventino: finisce l’incubo per il cantiere infinito

Viale Aventino, transennata dallo scorso settembre, si appresta a tornare interamente transitabile. I suoi sampietrini, ormai totalmente rimossi, finiranno com’era previsto ad impreziosire la parte pedonale di via del Corso.

“I lavori sono praticamente terminati e nel tratto di strada in direzione di piazza Albania, da oggi, vengono tolte tutte le transenne” ha fatto sapere il consigliere Antonio Stampete che, con l’assessora ai lavori pubblici Ornella Segnalini, ha organizzato un sopralluogo l’8 marzo per verificare l’avanzamento dei cantieri.

La ciclabile sui sampietrini

A gennaio, il protrarsi dei lavori previsti dal piano sampietrini, aveva creato le proteste dei residenti e dei commercianti della zona. Il problema era stato generato dalla presenza della ciclabile che, su viale Aventino, è stata disegnata sui blocchetti di selce. La sua realizzazione, però, era avvenuta utilizzando fondi europei che vincolavano l’amministrazione a non modificare la strada per cinque anni. Intervenire per rimuoverli, quindi, rischiava di far saltare il finanziamento che, per realizzare l’intera pista, è stato di 500mila euro.

Strada asfaltata

Il problema è stato risolto. “Siamo riusciti a scorporare il finanziamento relativo al tratto di ciclabile realizzato su viale Aventino ed in tal modo si  sono perse poche migliaia di euro dal contributo europeo – ha chiarito Stampete – di conseguenza abbiamo potuto rimuovere i sampietrini ed ora tutta la strada è asfaltata”. Fa eccezione il lato adiacente ai marciapiedi che mantiene, volutamente, gli originali blocchetti di selce.

Via tutte le transenne

“In poco più di un mese, siamo riusciti a risolvere un problema che si stava trascinando, cosa di cui ringrazio l’assessorato ed anche i consiglieri della commissione lavori pubblici che oggi ,con Federico Rocca e Yuri Trombetti, hanno preso parte al sopralluogo. Entro un paio di giorni contiamo di riaprire anche il tratto di viale Aventino in direzione Circo Massimo, visto che va solo completata la segnaletica orizzonta” ha fatto sapere Stampete.

La valorizzazione della strada

“Nei prossimi giorni bisognerà ragionare sugli arredi da sistemare sul viale – ha aggiunto il consigliere Trombetti – è una richiesta che arriva dai commercianti, una delegazione dei quali sarà ricevuta la prossima settimana dal municipi I. Quella strada – ha aggiunto – consente l’accesso all’area di Circo Massimo e da lì al Colosseo. L’abbiamo riaperta, ora possiamo anche pensare a come valorizzarla”.

Fonte : Roma Today