Costretta al matrimonio forzato e picchiata dal marito: i carabinieri la salvano e le portano una mimosa

8 Marzo 2022

I carabinieri di Seregno hanno salvato, portandola in una struttura protetta, una giovane donna di 27 anni che era stata costretta a sposare il marito. Per anni l’uomo l’ha picchiata, facendola anche abortire. Oggi i militari dell’Arma hanno portato una mimosa alla 27enne.

0 CONDIVISIONI

Oggi, martedì 8 marzo, i carabinieri del comando provinciale di Monza e Brianza hanno portato una mimosa alle ospiti di una struttura protetta della provincia che accoglie donne scappate o salvate da situazioni di violenza domestica. Un gesto di vicinanza a chi ha vissuto per anni nel terrore, ostaggi di uomini violenti. Come una ragazza, oggi 27enne, che i militari dell’Arma hanno salvato dal marito violento. La giovane, originaria dell’Est Europa, era stata costretta a sposare un connazionale in giovanissima età, poco più che maggiorenne. Per otto lunghi anni ha subito violenza fisica e psicologica da parte del marito, con il quale nel 2017 era arrivata in Italia. Il compagno l’ha più volte violentata, e a seguito di una di queste violenze la giovane era rimasta incinta. Ma i maltrattamenti non si erano fermati e, a causa delle botte, la ragazza aveva abortito.

In un anno 400 gli uomini violenti denunciati o arrestati in Brianza

La ragazza aveva provato anche a fuggire, ritornando in patria, ma la sua famiglia di origine l’aveva poi costretta a tornare dal marito. Le percosse e i maltrattamenti sono proseguiti anche di fronte alla figlia minore della coppia, una bimba di quattro anni. Per fortuna la ragazza si è confidata con una collega di lavoro, alla quale ha raccontato l’incubo che stava vivendo da anni. I carabinieri della compagnia di Seregno, allertati dalla collega, si sono attivati e si sono recati a casa della giovane moglie mentre era da sola con la figlioletta: la ragazza non ci ha pensato un attimo e ha fatto le valigie, seguendo i militari dell’Arma in una struttura protetta della rete antiviolenza Arthemide, dove oggi i carabinieri l’hanno omaggiata con un mazzo di mimose. In un anno, nella sola Brianza, sono stati 404 i codici rossi attivati, 381 gli uomini denunciati a piede libero per violenza e 19 arrestati in flagranza di reato. Ottantaquattro, infine, le misure cautelari eseguite.

0 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage