Caos Libia, due ministri rapiti prima del giuramento

I ministri degli Esteri e della Cultura del nuovo governo libico di Fathi Bashagha – l’ex ambasciatore libico in Italia Hafed Gaddur e Salha al Drouqi – sono stati rapiti oggi, 3 marzo, dalle milizie di Misurata. Secondo quanto riporta Reuters, citando fonti vicine al premier, i due politici erano in viaggio da Tripoli a Tobruk per partecipare al giuramento del nuovo esecutivo. La notizia è stata confermata dall’ufficio di Bashagha. 

Secondo i media libici il primo ministro uscente Abdul Hamid Dbeibah, che finora ha rifiutato di lasciare il potere prima delle elezioni, avrebbe chiuso lo spazio aereo per impedire al nuovo governo di prestare giuramento e insediarsi a Tripoli. Solo ieri il portavoce Onu, Stéphane Dujarric, aveva espresso “preoccupazione” per i dubbi emersi sul voto di fiducia di due giorni fa dalla Camera dei rappresentanti al nuovo governo guidato da Fathi Bashagha, che non avrebbe rispettato “gli standard attesi di trasparenza e di procedura”.

Gaddur ha legami profondi con l’Italia ed è stato fra l’altro ambasciatore tra il 2006 e il 2012. Il diplomatico ha 63 anni e frequenta l’Italia dai tempi della sua laurea specialistica all’Università la Sapienza di Roma.

Fonte : Today