Crudelia, Jenny Beavan sul look di Emma Stone:”Ero fuori dalla mia zona di comfort”

Per una costumista l’opportunità di lavorare al look di un personaggio iconico come Crudelia potrebbe sembrare un’occasione imperdibile e affascinante. Per Jenny Beavan, tuttavia, non è stato proprio così. Beavan ha parlato recentemente del suo lavoro nel film e delle difficoltà incontrate durante il processo.

In attesa di novità sul sequel di Crudelia, ecco le dichiarazioni di Jenna Beavan:“Era totalmente scoraggiante. La moda, in qualsiasi forma, non fa per me, quindi ero molto fuori dalla mia zona di comfort” ha confessato la costumista “Ma la sceneggiatura era intrigante e io sono una narratrice quindi ho dovuto adattare il mio pensiero per includere la moda anni ’70, che ricordo”.

Se pensate che il riferimento fosse il personaggio del Classico Disney del 1961 vi sbagliate. Beavan pensava maggiormente alla versione live action del 1996, La carica dei 101 – Questa volta la magia è vera, con i costumi del compianto Anthony Powell:“Ho assolutamente amato Anthony Powell, che conoscevo bene, quindi ero consapevole dei possibili confronti. Ma la nostra storia era così diversa, è delle origini, quindi mi sono sentita al sicuro nel fare qualcosa di nuovo”.

Uno dei momenti salienti del film, dal punto di vista estetico è l’ingresso in scena di Emma Stone con un soprabito bianco che prende fuoco e rivela uno sgargiante vestito rosso fuoco:“La descrizione di Estella che trova l’abito in un negozio vintage e di cosa ne fa è inserita nella sceneggiatura. Inoltre l’illuminazione del mantello e la rivelazione del vestito rosso volevo che fosse in qualche modo possibile, non mi piace ingannare il pubblico. […] Ho convissuto con le idee e la creazione di quell’abito per così tanto tempo, non credo che avrei potuto immaginarlo in un altro modo!”.

Sul sito trovate la nostra recensione di Crudelia, il nuovo live action sul celebre villain con protagonista Emma Stone.

Fonte : Everyeye