Green pass, a Roma 13.751 controlli: multate 73 persone

Tempo di primi bilanci dopo l’avvio del “Piano per Roma” firmato dal prefetto Matteo Piantedosi sui controlli per verificare la validità dei green pass e dei super green pass. Sono 13.751 i controlli svolti nella giornata di lunedì 6 dicembre a Roma e nella città metropolitana dalle forze di polizia e dalla polizia locale, di questi, 12.182 solo nella Capitale. Le persone sanzionate sui bus perché non in regola con il green pass, sia nella versione base che super, lì dove obbligatorio sono 73, mentre 41 sanzioni sono state comminate per il mancato rispetto dell’obbligo di indossare la mascherina. 

Per quanto riguarda le attività ricreative al chiuso, che includono anche ristoranti e luoghi di spettacolo, sono 819 i controlli e otto le sanzioni. Tre le attività sottoposte a chiusura provvisoria. Una persona è stata denunciata per violazione della quarantena. Alle verifiche anti-covid hanno partecipato i 50 commissariati della Città metropolitana, tutte le stazioni dei carabinieri e i presidi dellai guardia di finanza e polizia locale con aliquote dedicate.

Il primo multato

Ad avere il non invidiabile primato di prima persona multata nella Capitale perchè senza green pass su un bus a Roma è stato un cittadino romeno di 50 anni, sanzionato dagli agenti della polizia locale alle 7:30 di ieri mattina a piazzale Flaminio. Il 50enne è stato multato nel primo giorno dei controlli straordinari, durante le verifiche in atto nella fase di discesa dei passeggeri dai mezzi pubblici.

Chiusi due ristoranti all’Esquilino

Nell’ambito dei controlli volti all’ottemperanza delle disposizioni sulla verifica del green pass per titolari, dipendenti e avventori di attività di ristorazione, la Polizia di Stato ha chiuso 2 esercizi commerciali. Gli agenti della Divisione Amministrativa e Sociale della Questura di Roma, dopo aver controllato 10 esercizi tra bar e ristoranti e aver verificato il green pass di 104 persone, ha chiuso provvisoriamente, rispettivamente per 2 giorni e per 1 giorno, un ristorante ed un laboratorio Kebab in zona Esquilino: i titolari delle 2 attività avevano consentito l’ingresso ad avventori privi di green pass e impiegato dipendenti privi della certificazione covid prevista, venendo sanzionati per un ammontare di 3000 euro.

Controlli green pass sui mezzi pubblici 

Piano per Roma che ha riguardato anche e soprattutto le verifiche sui mezzi pubblici. Dal 6 dicembre infatti chi viaggia su bus, tram, metro e treni regionali ed ha un’età superiori ai 12 anni, dovrà essere in possesso della certificazione verde base, quella che si ottiene anche con un tampone negativo. La validità è di 48 ore se il tampone è quello rapido; 72 ore se è quello molecolare. 

A prendere parte arriva ai controlli, oltre le forze dell’ordine, anche i verificatori di Atac e Cotral e i vigilantes che li accompagnano durante i turni su torpedoni e treni. I controlli soni a campione con le task force che hanno iniziato le verifiche ad apertura servizio nelle metro. Nella giornata di ieri sulla linea A le stazioni Anagnina e Battistini, sono state le prime, a seguire è stata la volta di San Giovanni, Termini, Flaminio Baldo degli Ubaldi, Arco di Travertino e Subaugusta. All’ora di pranzo toccherà a Barberini, Repubblica, Porta Furba, Numidio Quadrato, Lepanto, Giulio Agricola e Valle Aurelia. Mentre nel pomeriggio fari di nuovo su Termini, già attenzionata anche per quanto riguarda la Meteo B da inizio servizio così come Laurentina e Rebibbia. Quindi, fino all’ora di pranzo, focus su Ponte Mammolo e Magliana, nodo scambio con la Roma-Lido. Nel pomeriggio più verifiche a Jonio, Bologna, Colosseo, Castro Pretorio e di nuovo a Termini e Tiburtina.

VIDEO | Controlli sui green pass alla stazione Ponte Mammolo 

Nella Metro C attenzione rivolta soprattutto al nodo di scambio di San Giovanni. Controlli sono disposti anche a Grotte Geloni, Borghesiana, Torrenova, Torre Maura e Centocelle. Sulla Roma-Viterbo verifiche a Saxa Rubra e Prima Porta ed al capolinea Flaminio. Per quanto riguarda la Roma-Lido, controlli soprattutto alle stazioni Lido Centro e Acilia. 

Gli autobus e le verifiche ai capolinea

Quello dei bus, nonostante e linee guida, resta il nodo più difficile da sbrogliare. Da lunedì 6 dicembre tuttavia, i controlli sono incentrati sui capolinea di piazza dei Cinquecento, Anagnina, Laurentina, piazza dei Giureconsulti, quello stazione Tiburtina, piazza Venezia, stazione Trastevere, piazza Mancini e piazzale Clodio. Controlli e forze dell’ordine che passeranno anche a Lido Centro, Subaugusta, Arco di Travertino, Eur Fermi e piazzale dell’Agricoltura.

Gli altri controlli a Roma

I controlli però non riguardano solo i mezzi pubblici. Altre misure sono state attivate e riguardano esercizi commerciali, negozi e ristoranti. In questo caso viene confermata la scelta dei controlli di prossimità, anche per capitalizzare le conoscenze dei territori. Ossia, chi controla negozi e locali, saranno gli agenti dei commissariati di zona, i militari delle stazioni dei carabinieri e gli agenti dei presidi di polizia locale del quartiere.

Le nuove regole sul contenimento del contagio e quelle sul Super Green Pass, saranno in vigore anche nei cinema, teatri e sale da concerto, che rimarranno aperti con capienza al 100%, dove l’ingresso sarà possibile, e solo con il super Green Pass. Bambine e bambini di età inferiore ai 12 anni continueranno ad avere accesso libero ai musei, ai cinema, ai teatri, alle sale da concerto e ai luoghi dello spettacolo. 
 

Fonte : Roma Today