Vaccino covid ai bimbi da 5 anni dal 16 dicembre: percorsi dedicati negli hub e dosi dai pediatri

5 Dicembre 2021

La campagna vaccinale anticovid per i bimbi da 5 anni comincerà il 16 dicembre dando precedenza ai piccoli più fragili. Percorsi dedicati negli hub ma vaccinazione possibile anche dai pediatri.

315 CONDIVISIONI

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

ATTIVA GLI AGGIORNAMENTI

Percorsi dedicati ai piccoli negli hub vaccinali già esistenti ma anche dosi ai pediatri per le vaccinazioni in studio, sono queste le due strade per i vaccini anti covid ai bimbi dai 5 anni agli 11 anni stabilite dal governo e dal Cts. Lo ha spiegato Franco Locatelli, Presidente del Consiglio superiore di sanità e coordinatore del comitato tecnico scientifico che affianca il governo nel gestione del pandemia covid. La campagna vaccinale anticovid per i bimbi più piccoli comincerà il 16 dicembre dando precedenza ai bimbi più fragili e a rischio di contrare la malattia grave , poi via via tutti gli altri. “Diamo priorità a quei bimbi che sono esposti a maggior rischio come bimbi oncologici, trapiantati con  immunodeficienza e patologie che impatto sul loro sviluppo in maniera importante” ha spiegato Locatelli intervistato a che “Tempo che Fa”, aggiungendo: “Vanno tutelati sempre i più fragili anche in questa fascia di età”.

Prenotazione del vaccino anticovid per i bimbi

La prenotazione del vaccino anticovid  per i bimbi sarà del tutto analoga a quelli degli adulti e degli adolescenti. “Verrà sviluppato un sistema di prenotazione simile a quello degli adulti e sarà fondamentale il coinvolgimento dei pediatri di famiglia che potranno somministrare le dosi in studio. Ci si organizzerà anche in questa direzione” ha chiarito il medico Oncoematologo pediatrico, aggiungendo che “Avremo dei percorsi dedicati ai bambini negli hub vaccinali, soprattutto per i più piccoli che vanno rassicurati e tranquillizzati non per la vaccinazione anti covid in sé ma per l’iniezione “. Al momento comunque nessun obbligo ma si punta sulla persuasione anche sulla fascia di età pediatrica . “Compito di tutta la comunità pediatrica riuscire a dialogare e rassicurare e fornire gli elementi per incentivare la vaccinazione tra i bimbi” ha osservato Locatelli.

“Vaccini covid sicuri, non ci sono segnali di allerta”

Per il coordinatore del Cts, “Il vaccino è un bel regalo di Natale per i bambini perché vaccinare i propri figli è mostrare ancora di più l’amore che ogni genitore ha verso i propri figli”. “I vaccini in età pediatrica hanno dei riscontri assolutamente positivi per quanto riguarda il profilo di sicurezza sia negli studi registrativi sia per quanto emerge negli Usa dove da tempo la campagna di vaccinazione pediatrica è iniziata. Non ci sono segnali di allerta” ha evidenziato Locatelli. Del resto “Vaccinare i bambini è prioritario per tutelare la loro salute, un concetto che voglio sottolineare perché, seppur raramente, possono sviluppare forme di patologia” ha evidenziato il Presidente del Consiglio superiore di sanità, ricordando inoltre che “Vanno vaccinati anche per tutelare la loro presenza a scuola e la didattica in presenza, che è assolutamente fondamentale per la strutturazione della personalità, e per garantire i loro spazi sociali ed educativi e ricreativi in quanto diminuire i loro spazi ricreativi impatta negativamente sulla strutturazione della loro personalità “.

Leggi anche

La ventesima manifestazione dei no green pass a Milano è stata un flop

Effetti collaterali

Per quanto riguarda gli effetti collaterali del vaccino anticovid sui bimbi da 5 anni  “La maggior parte sono riassumibili in un po’ di dolore al braccio per poche ore dove è stata fatta l’iniezione e un po’ di febbre”. “I casi di miocardite sono ancora più rari di quelli già rari negli adolescenti che si risolvevano comunque spontaneamente” ha spiegato Locatelli, concludendo che dai vaccini saranno esclusi solo “i bambini con storia di gravissime storie di manifestazioni allergiche le spalle”

315 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage