Organizzare una cena di Natale con gli amici

Il proverbio dice: “Natale con i tuoi, capodanno con chi vuoi”. In realtà il periodo natalizio è l’occasione per riabbracciare gli amici con cui non si usciva da tempo e per incontrare le persone a cui si è legati per scambiarsi gli auguri. Un rito consolidato che accompagna gli ultimi giorni dell’anno per attendere con i migliori auspici quello nuovo.

Dicembre, però, è tradizionalmente anche un mese pieno di ricorrenze. Tra lavoro, corsa ai regali e la pandemia – che negli ultimi due anni ha complicato non poco le cose – diventa difficile riuscire a incontrare tutti e incastrare gli impegni. 

L’imperativo è comunque ritagliarsi il giusto tempo per stare assieme, cascasse il mondo. Allora potrebbero ‘prendere vita’ nuovi gruppi su WhatsApp, milioni di messaggi per mettersi d’accordo, dove ritrovarsi, che cosa fare… Qualcuno penserà di organizzare una classica tombolata. Oppure una bella sfida a carte. Qualcun altro, più temerario proporrà di partire per un weekend. Ma una soluzione forse più comoda potrebbe essere quella di organizzare una cena: un ottimo momento di convivialità in cui aggiornarsi su ciò è successo negli ultimi tempi, giocare, scherzare e mangiare insieme per rinsaldare l’amicizia.

Creare l’atmosfera natalizia: playlist, decorazioni e menù…

Foto_CPSD_07-2

L’obiettivo è innanzitutto quello di creare una vera atmosfera natalizia. Bisogna pensare agli addobbi giusti, che abbiano magari un ‘legame’ con le persone presenti: si potrebbero, per esempio, utilizzare anche alcune foto che ritraggono la comitiva. Un altro step, invece, è quello di pensare a una playlist: il consiglio è di fare un mix di tutti i gusti, tuttavia non possono mancare i ‘classiconi’ natalizi.

Infine, la parte più importante: bisogna pensare al cibo. Decidere chi prepara o ‘chi porta cosa’ potrebbe costringere a un discorso infinito. Il consiglio è di non impazzire dietro a menù troppo articolati, ma di affidarsi, invece, alla semplicità. Per esempio adottando un minimo comun denominatore per tutte le pietanze: il Prosciutto San Daniele. Un’istituzione italiana da secoli, dal 1996 è riconosciuto dall’Unione europea come prodotto di Denominazione di Origine Protetta. Lavorato dalle mani di mastri prosciuttai è un prodotto artigianale che rispetta una lunga tradizione, perfetto, quindi, per cene o pranzi con tante persone senza cucinare per ore.

La semplicità a tavola con il prosciutto San Daniele
Foto_CPSD_08-2

Quest’anno per organizzare al meglio i banchetti che vi attendono durante le feste San Daniele ha pensato ad alcune idee originali da cui poter prendere spunto come per esempio alcune ricette da realizzare, la playlist perfetta per stare tutti insieme e tante proposte creative per decorare la tavola ma non solo.

A partire dall’aperitivo, si può affettare il prosciutto e servirlo avvolto in fragranti grissini, oppure abbinarlo al pinzimonio. Ovviamente non può mancare il vino: abbinate il San Daniele a un bianco e non ve ne pentirete. Questa fase può essere affidata anche ai più pigri della compagnia!

Ecco poi un’idea brillante per il menù. Per quanto riguarda l’antipasto non bisogna esagerare, ma il palato va comunque stuzzicato. Il consiglio è di coniugare freschezza e semplicità: l’ideale per una cena di natale con amici sono i muffin salati al Prosciutto San Daniele, adatti per tutte le età e i gusti, si preparano in fretta e si conservano in maniera ottima.

Ma arriviamo alla ricetta per le grandi occasioni, con un primo piatto tipico piemontese: agnolotti del plin. Caratteristici della zona delle Langhe e del Monferrato, una pasta ripiena di carni arrosto stufate che può essere cucinata in diversi modi. Qui, ovviamente, sono rivisitati utilizzando il San Daniele, frullato con la ricotta, il pecorino e l’uovo. Si sente già il calore del Natale. In alternativa, per il primo si può considerare un bel risotto agli agretti, sempre accompagnato e insaporito con il San Daniele, nocciole e zafferano

Per chiudere la cena, filetto alla Wellington, un secondo piatto a base di manzo e pasta sfoglia, accompagnato con il prosciutto. E per il gran finale: panettone o pandoro? Qui potrebbe partire una bella disputa! Per non sbagliare, il consiglio è di acquistare tutti e due…

Fonte : Today