Spalletti dopo Napoli-Atalanta: “Gli assenti? In campo è andata una squadra credibile”

È un Luciano Spalletti sereno a fine gara nonostante la sconfitta della sua squadra, battuta 3-2 dall’Atalanta e nonostante abbia dovuto seguire la partita dalla tribuna per la squalifica: “Se avessimo vinto sarebbe venuto Domenichini a parlare – precisa subito – Ma dal momento che abbiamo perso è giusto che sia venuto io”. Poi sulla partita connotata dalle tante assenze in casa Napoli: “Abbiamo messo in campo una squadra che ha fatto le cose per bene e poi in dei momenti non è stata fortunata nelle scelte che ha fatto, ma è stata una squadra credibile che ci permetterà di rimanere agganciati alle squadre forti finché non rientrerannon tutti. Mi sembrerebbe riduttivo per l’Atalanta dire di aver giocato contro una squadra rimaneggiata perché loro hanno vinto una gara seria e vera – spiega – Se non ci fosse stato l’ulteriore problema a Lobotka probabilmente saremmo riusciti a fare tutto quanto avevamo fatto con lui in campo. C’è stata questa ulteriore difficoltà, però anche Demme è un ragazzo su cui contiamo perché se non avesse avuto il Covid avrebbe giocato titolare”.

“I gol subiti? Non mi preoccupano”

La domanda è sui ‘troppi’ gol subiti dal Napoli nelle ultime gare quando, invece, per lunghi tratti in questa prima fase di campionato è stata una squadra molto solida nella fase difensiva: “I gol subiti? Non mi preoccupano, perché quello che guardo è l’atteggiamento della squadra e stasera abbiamo fatto tante cose corrette e giuste e negli ultimi 10 minuti strameritavamo di fare ancora un gol, io ho fatto i complimenti ai miei ragazzi – dice ancora – Stiamo facendo le cose per bene e che ci porteranno lontano, abbiamo finora fatto un buon calcio, facciamo divertire il pubblico che sta rispondendo alla grande. Siamo stati benissimo in campo, poi loro sono stati bravi con la loro forza fisica, la loro astuzia nel fare falli nella nostra metà campo per rimettersi a posto. Ma anche quella è bravura”.
 

Fonte : Sky Sport