Lazio-Udinese, Gotti: “Altalena gigantesca, dispiace per la rimonta subita”

L’allenatore bianconero dopo il 4-4 dell’Olimpico: “Questa partita è stata un’altalena gigantesca, eravamo sopra di due gol e in condizione di poterla gestire con le nostre caratteristiche, peccato aver rimesso tutto in discussione. Non avevo la sensazione che la Lazio potesse rientrare, ma abbiamo commesso degli errori. Beto? Ha grandi margini di miglioramento ed è vorace negli ultimi 20 metri, sente la porta”

Otto gol, tre espulsioni e tante emozioni: succede di tutto in Lazio-Udinese, che alla fine si conclude sul 4-4. I bianconeri, dopo essere stati per ben due volte sul doppio vantaggio, sono riusciti a segnare il gol del pareggio al 99′. Questo il commento di Luca Gotti: “Questa partita è stata un’altalena gigantesca – le parole dell’allenatore dell’Udinese a Sky Sport – Eravamo in vantaggio per 3-1, in condizione di poter gestire sfruttando le nostre caratteristiche, chiaramente dispiace aver subito la rimonta e aver rimesso in discussione tutto. È successo di tutto, dai gol alle espulsioni, ci sono tante cose da dire. Abbiamo visto una partita che è finita 4-4, con i portieri che hanno fatto una parata a testa, è un’anomalia enorme. Non avevo la sensazione che stessimo mettendo dentro la Lazio, avevamo perso 10 metri che però potevano compattarci e garantirci spazi per le ripartenze. Ma ci sono state queste due azioni casuali in cui abbiamo commesso degli errori”.

“Beto? Ha grandi margini di miglioramento, sente la porta”

Sui singoli, a partire da Beto: “Lo vediamo tutti che, sia dal punto di vista dei movimenti che nella gestualità tecnica, ha grandi margini di miglioramento. Ma ci mette grande impegno, mette in difficoltà ogni difensore ed è vorace negli ultimi 20 metri, la porta la sente. Forestieri ci ha dato tanto, ho valutato anche la possibilità di farlo giocare titolare ma alla fine ho fatto altre scelte. Ma non ha ancora i 90 minuti, è da gestire. Alla fine l’ho abbracciato proprio perché non l’ho fatto giocare titolare, ma poi è entrato e ha fatto bene, in quel gesto c’è tanto del nostro passato insieme. Le sostituzioni? Deulofeu era lucido e sempre molto presente, ma volevo gli strappi di Soppy a 10 minuti dalla fine e sul 3-3, quindi cercavo lucidità senza rinunciare alle ripartenza. Success, invece, era stanco, non aveva ancora continuità e veniva da un infortunio. Con lui bisogna essere particolarmente attenti, è estremamente delicato dal punto di vista fisico”.

Arslan: “Grande partita, abbiamo lottato fino alla fine”

Queste, invece, le parole di Arslan, autore del gol del 4-4 al 99′: “È stata una grande partita per tutti, anche per la Lazio. Loro sono una squadra forte, allenata da una grande allenatore e per noi era una partita importante. Dopo il gol ho festeggiato, il calcio è anche emozione. È finita 4-4, è stata una grande partita per tutti. Nel secondo tempo non siamo stati compatti, la Lazio ha grande qualità e ci ha messo in difficoltà, ma fino alla fine abbiamo lottato e abbiamo conquistato un punto“.

Fonte : Sky Sport