Prima Porta, sfregio al Caf dell’ex presidente Giacomini: olio motore contro le serrande

Vandalismo, dispetto o intimidazione. Su questo si interroga Prima Porta dove nella notte tra venerdì e sabato scorsi è stato colpito il CAF, il centro di assistenza fiscale nonchè sede politica di Gianni Giacomini: figura di spicco del centrodestra del territorio ed ex presidente di quel che fu il Municipio XX. 

Prima Porta, olio motore contro le serrande del CAF di Gianni Giacomini

Il buio a nascondere la vile azione di alcuni ignoti che hanno sversato davanti all’ingresso del CAF di via della Giustiniana 204 una grande quantità di olio motore. L’indomani mattina l’amara sorpresa per il personale del centro di assistenza fiscale che, impossibilitato ad entrare nel locale e scosso per quanto rinvenuto, ha chiamato le forze dell’ordine. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato Flaminio e anche la Polizia Scientifica per i rilievi del caso.

Intimidazione contro l’ex presidente Giacomini: “Non capisco questo odio”

“In tantissimi anni di attività politica non mi era mai successa una cosa del genere, anche perchè – ha commentato Giacomini ai microfoni di RomaToday – non ho cattivi rapporti con nessuno”. L’ex presidente del vecchio Ventesimo ha confermato anche alle forze dell’ordine intervenute di non aver subito minacce. Scattata la denuncia contro ignoti, potrebbero essere le telecamere di videosorveglianza esterne ad incastrare i colpevoli. A Prima Porta lo sgomento è tanto: “Non ho parole per commentare questo fatto, non capisco questo odio” – ha detto laconico Giacomini. “Vedremo gli sviluppi dell’indagine”. 

Fonte : Roma Today