The Suicide Squad, perché James Gunn si è rifiutato di usare Joker? Il regista risponde

Nelle scorse ore James Gunn è tornato a rilasciare interviste per sponsorizzare la sua serie tv Peacemaker, spin-off di The Suicide Squad, e ha approfittato dell’incontro per rispondere ad un’assillante curiosità sul suo ultimo film: perché ha rifiutato di usare Joker?

Ad essere onesti, per questo film c’erano altri personaggi sui quali desideravo lavorare, e semplicemente Joker non era uno di questi“, ha dichiarato Gunn a Desde Hollywood, a pochi giorni dalle dichiarazioni di Jared Leto sulla Ayer Cut di Suicide Squad. “Del resto stiamo parlando di un personaggio che è già stato portato sullo schermo un sacco di volte, ed è sempre stato interpretato in maniera incredibile sia dagli attori che ne vestivano i panni sia dai registi che lo stavano utilizzando per le loro storie. Per The Suicide Squad ero semplicemente interessato a quei personaggi che non avevamo ancora mai visto sul grande schermo, oppure a quelli con cui riuscivo a connettermi di più.

Tra questi ovviamente, James Gunn ha pensato in principal modo ad Harley Quinn, alla sua terza apparizione live-action dopo Suicide Squad del 2016 e Birds of Prey del 2020. “Non so per quale motivo, ma mi sento molto legato ad Harley” ha insistito il regista. “Sento che la sua storia in questo film mi sia venuta naturale, è stato forse il personaggio più facile da scrivere di tutta la mia carriera.” In precedenza, nel corso dell’estate, Gunn aveva già detto a proposito del Joker: “Non ho trovato un modo per inserire Joker nella mia Suicide Squad. Ho pensato che non sarebbe stato di alcun aiuto alla causa della Task Force X in quel tipo di guerra che volevo raccontare.

Per rimanere nel mondo di The Suicide Squad, guardate la nuova scena in anteprima di Peacemaker, serie tv HBO Max realizzata da James Gunn in uscita a gennaio 2022.

Fonte : Everyeye