Conte 2.0, ministro leghista Locatelli: “Il popolo insorga contro accordo Pd – M5s”

Il Conte bis è a un passo e la Lega non ci sta di fronte all’ipotesi di un accordo di governo fra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle. A usare toni durissimi è il ministro della Famiglia Alessandra Locatelli, fedelissima di Matteo Salvini, che conversando con i giornalisti a Palermo chiama a raccolta i cittadini: “Ci auguriamo che nell’eventualità che la Lega vada all’opposizione e si formi un nuovo governo Pd-M5s il popolo insorga il prima possibile. Noi saremo tra i primi a scendere in piazza”. Parole destinate a far discutere, che la ministra prova a contestualizzare parlando di “incontri tra Pd e M5s  tenuti segreti fino a pochi giorni fa”, per far emergere i quali “era necessario per giocare tutti a carte scoperte e sullo stesso piano”.

L’esponente leghista torna a parlare dell’apertura di Matteo Salvini nei confronti del Movimento 5 Stelle: “Salvini ha lasciato aperto un tavolo al quale ci si può sedere per il bene dell’Italia e per evitare che il Paese vada ancora nelle mani di Renzi e del Pd”. E si dice convinta del fatto che ci fossero ancora i margini per continuare assieme il percorso di governo, nonostante “i tanti no” degli ultimi mesi, che hanno reso inevitabile la crisi di governo.

Immediata la replica di Alessia Rotta, del Partito Democratico: “Tra fomentatori dell’insorgenza e chi chiede pieni poteri è evidente che nel centrodestra c’è tanta confusione, è il caso di ripartire dalle basi della democrazia e fare un ripasso della Costituzione. Prima di parlare e di continuare a fare gli agitatori dovrebbero studiare e riconoscere gli elementi della democrazia parlamentare”.

Fonte : Fanpage