Turismo spaziale, Jeff Bezos vuole creare una base di lancio a sud di Dubai

La notizia arriva direttamente dal ministro dell’Economia, Abdulla bin Touq Al Marri: gli Emirati Arabi Uniti stanno sviluppando degli ambiziosi progetti di turismo spaziale con la Blue Origin di Jeff Bezos. È noto che il fondatore della società spaziale specializzata in viaggi sub-orbitali stia cercando partner nel mondo, per avere delle basi di lancio e avrebbe già individuato a Sharjah, città a sud di Dubai, l’area ideale per creare uno spazioporto nel bel mezzo del deserto.

Capitano Kirk ce l’ha fatta: nello Spazio a 90 anni, è il più vecchio di sempre

Bezos vuole una stazione spaziale a sud di Dubai

Brent Sherwood, vicepresidente e Ceo di Blue Origin, ha spiegato ai media che gli Emirati Arabi Uniti “sono una scelta ovvia: un paio di notti fa ho dormito a Sharjah e ho osservato le stelle nel deserto. Era a soli 30 minuti da Dubai, quindi penso che sia molto promettente pensare alle aree qui”. Per la società di Bezos il settore spaziale emiratino è un valore aggiunto, perché ha superato i 700 milioni di euro – con investimenti totali nello spazio che superano abbondantemente i 5 miliardi di euro – e fornisce più di 3200 posti di lavoro, con 57 compagnie che operano nel settore.

Portare i turisti sullo spazio fa parte dei piani dell’agenzia spaziale emiratina che si sta avvalendo dell’esperienza di Blue Origin, che ha già portato 8 persone comuni nello spazio, anche di età avanzata.

Spetterà a AzurX, azienda privata di Dubai che lavora come consulente strategico per Blue Origin, a fare da ponte tra Emirati Arabi Uniti e l’azienda di turismo spaziale di Jeff Bezos. “Attraverso questa collaborazione, – ha spiegato Al Marri – non vediamo l’ora di sfruttare la maggior esperienza di Blue Origin nei servizi di volo spaziale in orbita terrestre di bassa quota per supportare i piani di economia spaziale degli Emirati Arabi Uniti”

[embedded content]

Fonte : Today