Ant-Man, Paul Rudd ed Evangeline Lilly volevano abbandonare dopo l’uscita di Edgar Wright

Il libro The Story of Marvel Studios: The Making of the Marvel Cinematic Universe sta portando alla luce diversi dettagli del MCU davvero interessanti. Quando Edgar Wright ha abbandonato il progetto di Ant-Man per divergenze creative, anche Paul Rudd ed Evangeline Lilly volevano lasciare la produzione.

Da quando è iniziato il Marvel Cinematic Universe, ci sono stati pochi problemi all’interno dei Marvel Studios con i suoi registi. Ci sono eccezioni però come Patty Jenkins in Thor: The Dark World o il regista di Doctor Strange Scott Derrickson che era legato al sequel del 2021 ma ha abbandonato il progetto per divergenze creative.

Il più grande problema è stato quello con Edgar Wright, che era stato annunciato per dirigere un film di Ant-Man nel 2006, ma ha finito per lasciare il progetto dopo 8 anni di sviluppo. Quando se n’è andato, anche il suo cast ha rischiato di abbandonare la nave. Se siete curiosi, ripercorrete la pre-produzione di Ant-Man di Wright nel nostro approfondimento.

Nel libro The Story of Marvel Studios: The Making of the Marvel Cinematic Universe, gli autori Tara Bennett e Paul Terry hanno rivelato che le conseguenze della partenza di Wright hanno portato le star Paul Rudd ed Evangeline Lilly a riconsiderare la loro posizione. Rudd ha detto: “Quando l’ho scoperto stavo facendo la spesa e ho ricevuto una chiamata. Il mio manager ha detto: ‘Beh, ho delle brutte notizie.’ L’ho capito immediatamente. Poi Edgar ha chiamato e sono rimasto nel parcheggio di un A&P per circa un’ora e mezza a parlare con Kevin Feige di: ‘Cosa farai? Dobbiamo provare e riportare indietro Edgar’. Voglio dire, ero davvero preoccupato e nervoso”.

Lilly ha aggiunto: “Ho pensato che i pezzi grossi stessero tirando fuori dal progetto questo creativo appassionato che aveva costruito qualcosa in otto anni con tutto il suo sangue, sudore, fatica e amore, e che è stata un’ingiustizia. Ed ero così felice di non aver ancora firmato il mio contratto. Ero davvero pronto a fare il film con lui. Ma poi ho attraversato il processo che avevo già attraversato: leggevo la sceneggiatura, esaminavo note di sceneggiatura e discussioni creative, e pensavo: ‘Questo non riflette la mia esperienza, quindi forse non dovrei saltare alle conclusioni. Forse c’è una buona ragione per la scissione, da entrambe le parti.'”

Rudd ha spiegato che è rimasto nel progetto dopo aver iniziato e lavorare alla sceneggiatura con Adam McKay e ha finito per innamorarsi di nuovo del materiale e restare a bordo. Brad Winderbaum, un dirigente di produzione e sviluppo presso i Marvel Studios, ha rivelato che Ant-Man di Wright sarebbe stato quasi sicuramente realizzato se fosse accaduto dopo l’annuncio e non sette anni dopo l’inizio del MCU.

“Ant-Man di Edgar Wright avrebbe potuto essere realizzato solo nel 2006. Se ce l’avesse fatta allora ci sarebbe stato un Ant-Man di Edgar Wright e sarebbe stato parte della Fase Uno. E Ant-Man sarebbe stato in The Avengers. C’è un universo al di fuori di un singolo film che non può essere ignorato…Edgar, a suo merito, ha davvero provato a farlo funzionare. Era semplicemente insostenibile”.

Wright e Faige hanno fatto pace all’inizio di quest’anno, come rivelato dal regista stesso dopo sei anni di silenzio tra i due.

Fonte : Everyeye