Sciopero dei taxi a Roma: “Stop abusivi”. In piazza mille lavoratori

Mattinata di protesta oggi a Roma. Circa mille tassisti sono scesi in piazza per lo sciopero nazionale dei taxi dalle 8 alle 22. Le auto bianche si sono fermate nelle principali città e nei più grandi aeroporti e si ritrova a Roma per una manifestazione. Lo hanno reso noto Ugl taxi, Federtaxi Cisal, Tam, Satam, Claai, Unimpresa, Usb taxi, Or.S.A taxi, Ati taxi, Fast Confsal e associazione Tutela legale taxi.

L’astensione dal servizio riguarda sia le grandi città che i principali scali aeroportuali quali Fiumicino, Linate e Malpensa. I lavoratori sono in piazza per chiedere “una regolamentazione delle app e contro l’abusivmo nel settore”. 

Nella Capitale sono previste due manifestazioni. La prima andata in scena in mattinata dalle 9 alle 12 in via Molise nei pressi del Mise, con la partecipazione di circa 400 persone che ha causato lievi ripercussioni per la viabilità tra via Bissolati, via Veneto e piazza Barberini. Poi il pomeriggio dalle 14  alle 17 in piazzale di Porta Pia, nello spazio compreso tra via Ancona e Corso d’Italia, con la partecipazione di circa 600 persone.

“Siamo costretti – hanno sottolineato i sindacalisti – a fermarci per chiedere che finalmente le istituzioni ci ascoltino e portino a compimento il processo di riforma del comparto, iniziato circa tre anni fa e mai concluso, con l’approvazione di norme indispensabili per disciplinare la tracotante invadenza delle piattaforme di intermediazione digitale e contrastare i dilaganti fenomeni di abusivismo”.

taxi1-3

taxi2-2

Fonte : Roma Today