Annette, Adam Driver e Marion Cotillard nel trailer ita di uno dei migliori film del 2021

Annette ha una data di uscita italiana, e adesso anche un trailer ufficiale: pochi istanti fa, infatti, la I Wonder Pictures ha pubblicato il filmato promozionale dell’attesissima nuova opera diretta da Leos Carax, vincitrice a Cannes e già salutata come uno dei migliori film dell’anno.

Con Adam Driver e Marion Cotillard come protagonisti, la pellicola ha vinto il premio per la Miglior Regia all’ultimo festival di Cannes e, dopo l’anteprima al Bif&st, sarà in sala dal 18 novembre distribuito da I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection in collaborazione con Koch Media e Wise Pictures, che lo distribuiranno in lingua originale inglese con sottotitoli in italiano: una scelta azzardata per gli incassi ma particolarmente felice per l’opera, difficilmente adattabile considerata la sua natura da eterno musical.

Con musiche e sceneggiatura originali degli Sparks, il film è ambientato nella Los Angeles dei giorni nostri e segue la storia di Henry, uno stand up comedian dall’umorismo tagliente, e di Ann, una cantante di fama internazionale: la loro vita sarà sconvolta dalla nascita della prima figlia Annette, una bambina misteriosa con un dono eccezionale che cambierà le loro esistenze per sempre.

Accumulando strati su strati senza per forza la necessità di voler arrivare ad un totale ma limitandosi a mostrare ciò che gli interessa, Carax prende il corpo di Adam Driver e lo trasforma in un suo alter-ego (come si vede anche dal trailer, il look del comico barra performance artist Henry McHenry, il drammatico protagonista della vicenda, è lo stesso del ‘maledetto’ regista francese, e la trasformazione sarà tanto progressiva quanto inevitabile), fa di Marion Cotillard una musa demoniaca e di Annette una Pinocchia che solo superficialmente serve al regista come un cavallo di Troia per infiltrarsi dietro le linee dello star-system e parodiarne i costumi, i vezzi e le incongruenze dall’interno: in realtà, come da tradizione nel cinema caraxiano, (tutta) la vera attenzione del film è concentrata sullo spirito umano, sulla sua sofferenza e i suoi abissi di oscurità, sulla malinconia e l’autodistruzione insite nel ciclo infinito di vita e morte. E del cinema, il suo cinema.

In attesa dell’uscita del film, calatevi nelle malinconiche atmosfere caraxiane con un brano di Annette in anteprima.

Fonte : Everyeye