L’Europa ha un piano per superare la crisi dei chip e raggiungere l’autonomia tecnologica

La penuria globale di semiconduttori sta avendo un forte impatto sul business di numerose aziende, dall’elettronica all’automotive, tanto che qualche giorno fa è circolata la notizia che Apple potrebbe tagliare la produzione del nuovo iPhone 13 di 10 milioni di unità a causa della carenza di chip.

E lo squilibrio tra domanda e offerta di questi preziosi componenti, il cosiddetto Chip Grunch, ormai da mesi ha ripercussioni sull’industria dell’auto e dei videogiochi: Toyota, Ford e Volvo hanno dovuto temporaneamente chiudere alcune linee produttive, mentre quest’estate Sony

Questo contenuto è
riservato agli abbonati

1€ al mese per 3 mesi, poi 5,99€ per 12 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito

3,50€ a settimana prezzo bloccato

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale

Fonte : Repubblica