Alien: Covenant, una folle teoria: e se Gesù fosse un Ingegnere?

Mentre ci si chiede se Ridley Scott girerà un altro sequel dopo Alien: Covenant, i fan continuano a ragionare sulla mitologia e sulle possibili allegorie contenute nella saga. Tra le molte teorie emerse sugli Ingegneri, un’antica specie aliena tecnologicamente avanzata, e sui loro rapporti con l’umanità, una è particolarmente suggestiva.

Apparsi per la prima volta nel primo Alien, datato 1979, gli Ingegneri si sono rivisti, con una storia più approfondita, anche nel prequel Prometheus e nel successivo Alien: Covenant. Una teoria dei fan scomoda la religione cristiana, e afferma che Gesù potrebbe essere proprio uno degli Ingegneri.

La teoria vuole che gli Ingegneri, dopo aver dato la vita agli umani, abbiano visto il caos generato da questi, e abbiano inviato Gesù per porre fine alle guerre e riportare l’ordine sulla Terra. Il salvatore dell’umanità finisce però per essere crocifisso dalle persone aveva cercato di salvare.

“Se lo guardi come uno scenario del tipo: I nostri ragazzi si stanno comportando male laggiù, ci sono momenti in cui sembra che abbiamo perso il controllo” ha commentato Ridley Scott su Movie.com parlando di questa teoria. “Mille anni prima che iniziasse davvero la loro disintegrazione. E poi diciamo: Mandiamo uno dei nostri emissari per vedere se riesce a fermare tutto questo. E indovina un po’? Lo hanno crocifisso.”

Questo atto di egoismo segna così il momento in cui gli Ingegneri voltano le spalle all’umanità: avrebbero poi riversato sulla Terra una sostanza chimica, la cosiddetta melma nera, che avrebbe provocato l’estinzione di massa per gli umani, come si vede all’inizio di Alien: Covenant.

Che ve ne pare di questa teoria? Per altri approfondimenti sul franchise, rimandiamo ai film della saga di Alien a confronto.

Fonte : Everyeye