Elena Casanova uccisa a martellate dall’ex: “Perché tanta violenza? C’erano dei sentimenti…”

L’ha aspettata sotto casa e, dopo aver sfondato il parabrezza dell’auto sulla quale si trovava la donna, l’ha estratta a forza dall’abitacolo e l’ha colpita con un martello, ieri sera poco dopo le 19. Una scena di violenza inaudita. Per la donna non c’è stato nulla da fare. Elena Casanova, 49 anni, è la vittima dell’omicidio avvenuto mercoledì sera a Castegnato, cittadina in provincia di Brescia. Ezio Galesi, il suo ex compagno di 59 anni, si è costituito ai carabinieri ed è stato subito arrestato. Aveva ancora il martello in mano quando i militari lo hanno bloccato. Si erano lasciati da circa un anno, ma l’uomo non accettava la fine della relazione. La donna lascia una 17enne avuta da un precedente matrimonio.

Omicidio Elena Casanova a Castegnato: le parole dell’ex compagno Ezio Galesi

Nella notte Galesi è stato interrogato dal pm di Brescia Carlo Pappalardo e ha ammesso le sue responsabilità. “In quel momento la volevo uccidere. Perché tanta violenza? Perché c’erano dei sentimenti, anzi no, ritratto e non voglio rispondere a questa domanda. È stato un raptus”: queste le parole che l’uomo avrebbe pronunciato davanti al pubblico ministero. “L’ho incrociata ieri in un negozio a Castegnato e poi sono andato ad aspettarla fuori casa. L’ho colpita più volte alla testa”, ha aggiunto.

Ezio Galesi è sbucato fuori quando l’auto di Elena Casanova si è fermata davanti al vialetto d’ingresso di casa. Con il martello ha spaccato il finestrino lato guida, poi ha colpito Elena Casanova alla testa, più volte, non lasciandole scampo. La vittima non ha avuto nemmeno il tempo di reagire. Sono stati i vicini di casa i primi ad accorrere. “Chiamate i carabinieri – avrebbe detto loro Galesi in dialetto – l’ho uccisa a martellate”. L’assassino si sarebbe poi seduto vicino a lei, accendendosi una sigaretta e aspettando l’arrivo delle forze dell’ordine. “Ho sentito urlare, mi sono affacciato, ma era troppo tardi”, racconta un vicino sotto choc. Sul posto sono state subito inviate un’ambulanza e un’auto medica, ma per la donna non c’era già più nulla da fare.

Elena Casanova era un’appassionata d’arte, di animali e di storia, conosciuta in zona anche perché impegnata in campagne ambientaliste a livello locale. Lavorava all’Iveco di Brescia. Ezio Galesi ha due figli e un matrimonio alle spalle.

elena casanova-2

omicidio elena casanova ansa-2

Fonte : Today