Covid, Oms: “Dare vaccini a Paesi poveri o pandemia anche nel 2022”

Oms: “Non siamo sulla buona strada”

Covid in Italia e nel mondo: le ultime notizie del 21 ottobre. LIVE

“Posso dirvi che non siamo sulla buona strada”, ha aggiunto il dottor Aylward, per poi sottolineare: “Dobbiamo accelerare altrimenti questa pandemia andrà avanti per un anno in più del necessario”. Come riporta la Bcc, finora la stragrande maggioranza dei vaccini anti-Covid è stata somministrata in Paesi ad alto reddito o a reddito medio-alto. L’Africa rappresenta solo il 2,6% delle dosi somministrate a livello globale: è stato vaccinato meno del 5% della popolazione rispetto al 40% nella maggior parte degli altri continenti.

L’appello dell’Oms

Il dottor Aylward ha invitato i Paesi ricchi a rinunciare ai loro posti in coda per i vaccini in modo che le aziende farmaceutiche possano invece dare la priorità ai Paesi a più basso reddito, e a “fare un bilancio di dove si trovano con i loro impegni di donazione presi in occasione di vertici come l’incontro del G7 a St Ives di questa estate”. Come riporta la fonte, secondo i dati di “The People’s Vaccine”, un’alleanza di enti di beneficenza, solo una su sette delle dosi promesse dalle aziende farmaceutiche e dai Paesi ricchi sta effettivamente raggiungendo i Paesi più poveri.

Fonte : Sky Tg24