Incidente a Napoli, Mario Ambrosiano muore a 17 anni: quartiere Barra in lutto

20 Ottobre 2021

Il tragico incidente stradale si è verificato nella notte, nel quartiere Barra, periferia orientale di Napoli: la vittima è Mario Ambrosiano, un ragazzo del posto di soli 17 anni. Tantissimi i messaggi di cordoglio che sono apparsi sui social quando la notizia della morte del ragazzo, che era molto conosciuto, si è diffusa.

0 CONDIVISIONI

Un intero quartiere di Napoli, Barra, alla periferia orientale della città, è in lutto per la morte di Mario Ambrosiano, un ragazzo del posto di soli 17 anni, deceduto questa notte in un tragico incidente stradale. Stando a una prima ricostruzione di quanto accaduto, il 17enne si trovava a bordo di uno scooter, guidato da un altro giovane, quando il mezzo a due ruote si è scontrato con un’automobile: da quanto si apprende, l’automobile era in sosta e si stava riammettendo nella circolazione quando lo scooter, per cause ancora in corso di accertamento, ha impattato la fiancata della vettura, ha divelto alcuni paletti di protezione del marciapiede e lì ha finito la sua corsa. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, che hanno tempestivamente soccorso i due giovani feriti: purtroppo, il 17enne è arrivato privo di vita all’ospedale del Mare; il conducente dello scooter, invece, è stato ricoverato all’ospedale San Paolo in condizioni che non vengono giudicate gravi.

Sul luogo della tragedia sono intervenuti anche gli agenti della sezione Infortunistica Stradale della Polizia Municipale, guidati dal capitano Antonio Muriano, che hanno effettuato tutti i rilievi del caso per determinare l’esatta dinamica di quanto accaduto, che come detto risulta poco chiara: l’incidente si è verificato in corso Bruno Buozzi, all’altezza di via Spinelli. Tantissimi i messaggi che sono comparsi sui social network quando la notizia della morte di Mario Ambrosiano si è diffusa nel quartiere: ” Hai spento tutta Barra, ti ricorderò con il tuo grande sorriso. Sei l’angelo più bello” ha scritto una donna su Facebook.

0 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage