Mel Brooks a 95 anni lavora a una serie, la seconda parte della “Pazza storia del mondo”

La pazza storia del mondo, il celebre film di Mel Brooks del 1981 è diventato ormai un cult per gli amanti del regista e della sua grande ironia che, da sempre, caratterizza le sue opere.

Per questo Hulu ha annunciato di essere al lavoro sulla seconda parte della storia che vedrà la luce sotto forma di serie tv. Da quello che si dice, la produzione dovrebbe iniziare per la primavera del 2022, fissando quindi (almeno) al 2023 la messa in onda dei primi episodi.

La pazza storia del mondo – Parte II, sarà composto da otto episodi che porteranno in scena nuove parodie dei momenti più importanti della storia dell’uomo.

Dopo aver esplorato con ironia l’Impero Romano, l’Età della pietra, il Vecchio Testamento e la Rivoluzione Francese, chissà quali saranno i progetti futuri di Mel Brooks.

Parlando di questa nuova esperienza, il celebre regista e sceneggiatore ha detto: “Non vedo l’ora di raccontare la verità su tutte le folli storie che il mondo ci ha ingannati nel far credere che siano la Storia!”.

Al momento non ci sono grandi indicazioni riguardo La pazza storia del mondo Parte II, se non quelle relative ai produttori che saranno: Nick Kroll, Wanda Sykes, Ike Barinholtz, David Stassen e Kevin Salter.

La pazza storia del mondo, la trama

Il primo film de La pazza storia del mondo si apriva con la preistoria che, con tanto di musica alla 2001: Odissea nello spazio, ci mostrava la vita degli abitanti delle caverne, l’origine della musica, del primo decesso e dei primi matrimoni.

La storia poi proseguiva con il racconto biblico di Mosè e dei “15 comandamenti”, incisi a gruppi di 5 su 3 tavole di pietra. Al momento di mostrarli al popolo però una tavola va in frantumi, lasciando intatti solo i 10 comandamenti che tutti conosciamo.

Si passa poi all’antica Roma con uno spettacolo comico al cospetto di Nerone, in un turbinio di battute ed equivoci che mostrano allo spettatore la vita del più grande impero della storia dell’uomo.

Tocca poi all’inquisizione spagnola e a Torquemada che si esibisce in un musical tutto da ridere.

La storia arriva alla conclusione con la Rivoluzione Francese e su un gioco di equivoci che rischia di minare la sollevazione popolare che ha cambiato per sempre le sorti del mondo.

L’opera si chiude con un finto trailer che anticipava l’uscita de La pazza storia del mondo – Parte II, cosa che ovviamente non è mai stata concretizzata fino a questo punto.

Mel Brooks, il ritorno sul set a 95 anni

Ancora non è ben chiaro quale sarà il ruolo di Mel Brooks in questa seconda parte de La pazza storia del mondo; probabilmente curerà la sceneggiatura dell’opera e potrebbe anche partecipare alle riprese come regista.

A 95 anni, l’inossidabile Mel continua ancora a pensare al futuro e decide, dopo solo 40 anni, di accontentare il suo pubblico, realizzando la seconda parte di quella che è una delle sue opere più famose.

Fonte : Sky Tg24