Leone e Eastwood non hanno parlato per 20 anni: tutta colpa di C’era una volta il West

Il connubio tra Clint Eastwood e Sergio Leone è probabilmente uno dei più riusciti della storia del cinema ma, forse non sapete che i due hanno avuto un terribile litigio a causa di C’era una volta il West che ha interrotto il loro rapporto di amicizia per circa 20 anni.

Sergio Leone ha inizialmente offerto la parte di Armonica a Clint Eastwood, convinto che l’attore dopo i molteplici successi ottenuti avrebbe continuato a lavorare al suo fianco. Eastwood però preoccupato di non riuscire ad emergere nel cinema al di fuori degli spaghetti western, ha rifiutato la parte, sancendo definitivamente la fine di ogni rapporto lavorativo con il regista italiano. Questo rifiuto inaspettato è stato mal digerito da Sergio Leone che ha deciso di interrompere qualsiasi legame con l’attore.

Alla fine la parte è stata assegnata a Charles Bronson ma da quel momento il regista non ha voluto più sentir parlare di Clint Eastwood, tanto che i due non hanno avuto più alcun tipo di contatto per circa 20 anni.

Nel 1988 però, quado Clint Eastwood giunta a Roma per promuovere Bird, Sergio Leone ha deciso di issare bandiera bianca e ha chiamato l’attore, invitandolo a cena. Di li a pochi mesi il regista sarebbe morto di infarto ma fortunatamente, i due dopo molti anni hanno avuto finalmente modo di incontrarsi e chiarirsi.

Tra l’altro, C’era una volta il West è uno dei film preferiti di Tarantino e il regista è convinto che la sua carriera nel mondo del cinema sia iniziata proprio per merito di questa straordinaria pellicola di Sergio Leone.

Fonte : Everyeye