Club Italia Crai, l’esordio in campionato è deludente: 3-0 per l’Albese


Esordio stagionale avaro per il Club Italia CRAI che esce sconfitto 3-0 (25-19, 25-22, 25-13) nel match con la Tecnoteam Albese Volley Como. La gara, valida come seconda giornata del Girone B del Campionato di A2, ha visto le azzurrine protagoniste di una partita altalenante contro un’avversaria di maggiore esperienza e dotata di maggiore continuità. Per questo match il tecnico del Club Italia CRAI, Marco Mencarelli, ha scelto la formazione composta da Marconato, Adelusi, Nervini, Acciarri, Pelloia, Ituma e il libero Ribechi. Dall’altra parte della rete l’allenatore Cristiano Mucciolo si è affidato al sestetto formato da Zanotto, Veneriano, Oikonomidou, Pinto, Gallizioli, Cialfi e al libero De Nardi.

Avvio contratto per il Club Italia CRAI, ne approfitta Albese che si porta sul 4-1. Pronta la reazione azzurrina: le giovani della formazione federale accorciano le distanze (6-4), pareggiano i conti con un ace di Nervini e sorpassano con un attacco vincente firmato da Acciarri (6-7). Le due formazioni procedono quindi sostanzialmente punto a punto per un lungo tratto (13-13). E’ Albese a rompere l’inerzia e a spingere sull’acceleratore portandosi sul +4 (18-14). Il time out chiamato da coach Mencarelli non cambia l’inerzia e la formazione di casa allunga ancora (22-16) e può chiudere senza patemi a prima frazione (25-19). È il Club Italia a dettare il ritmo in avvio di secondo set (0-3), Albese riesce a ricucire (6-6) ma le azzurrine si riportano sul +2 (7-9) e mantengono il vantaggio (9-11).

Albese ritrova un buon ordine, impatta (11-11) e sorpassa (13-11). Il time out chiamato da coach Mencarelli rimette in marcia le azzurrine che piazzano il break che vale il nuovo vantaggio (15-17). Il time out chiamato da coach Mucciolo permette alla formazione di casa di riorganizzare la propria manovra e di ricucire lo strappo (17-17). Nel finale è Albese a trovare lo spunto giusto per sorpassare (22-19) e chiudere a proprio favore anche il secondo set (25-22). Sin dalle prime battute della terza frazione le azzurrine faticano ad arginare la manovra avversaria e Albese può agevolmente raggiungere il +5 (7-2). Il time out chiamato dalla panchina del Club Italia non sortisce l’effetto sperato e Zanotto e compagne possono allungare ancora fino a raggiungere il +10 (17-7). Un vantaggio che la formazione di casa può amministrare senza patemi fino alla conclusione di set e partita (25-13).

Queste le parole di coach Mencarelli: “Albese ha disputato una buona partita, noi siamo stati un po’ al di sotto delle nostre possibilità in attacco e un po’ disordinati a muro. Questi sono un po’ i nostri punti di forza e quando  vengono meno una squadra come il Club Italia fa fatica a trovare delle soluzioni e degli espedienti che nascono invece dall’esperienza. E’ comunque difficile uscire da una partita così, con un gurppo giovane e promettente come quello del Club Italia, senza aver visto delle buone cose in campo. Le cose buone si sono viste frequentemente e in modo incoraggiante. Dobbiamo sicuramente trovare maggiore continuità, per una formazione con poca esperienza la discontinuità diventa un problema quando si incontra una squadra che non sbaglia o lo fa molto poco”. Questo il tabellino del match:

TECNOTEAM ALBESE VOLLEY COMO-CLUB ITALIA CRAI 3-0 (25-19, 25-22, 25-13)

ALBESE: Zanotto 10, Veneriano 5, Oikonomidou 10, Pinto 11, Gallizioli 9, Cialfi 5; De Nardi (L), Bocchino, Ghezzi (L). Ne: Lualdi, Scurzoni, Baldi, Mocellin, Nardo. All. Mucciolo.

CLUB ITALIA CRAI: Marconato 7, Adelusi 11, Nervini 6, Acciarri 10, Pelloia 3, Ituma 8; Ribechi (L), Giuliani 1, Vighetto, Esposito. Ne: Passaro, Despaigne, Barbero (L), Nwokoye. All. Mencarelli.

Fonte : Roma Today