Come si vota al ballottaggio delle elezioni di Roma

Domenica 17 e lunedì 18 i cittadini romani tornano alle urne per il secondo turno: dovranno eleggere il sindaco dei prossimi cinque anni e i presidenti dei quindici municipi della Capitale. Per il ballottaggio i seggi saranno aperti a partire dalle ore 7.00 alle ore 23 di domenica e dalle ore 7.00 alle ore 15.00 di lunedì.

Per votare è necessario recarsi ai seggi muniti di documento di riconoscimento valido e tessera elettorale (a questo link le indicazioni in caso di smarrimento o tessera completa di timbri). Potranno recarsi alle urne anche gli elettori che non hanno votato al primo turno nei giorni del 3 e del 4 ottobre.

La scheda di colore blu per votare il candidato sindaco

A sfidarsi al ballottaggio per la carica di sindaco domenica e lunedì saranno Roberto Gualtieri in rappresentanza della coalizione di centrosinistra e Enrico Michetti in rappresentanza della coalizione di centrodestra. Vince il candidato che avrà ottenuto il maggior numero di voti validi. All’elettore saranno consegnate due schede: una di colore blu e una di colore grigio. Sulla scheda blu si dovrà esprimere la preferenza per il candidato sindaco, mettendo una croce sul nome scelto. Immediatamente sotto al nome del candidato sono riportati i simboli dei partiti che lo sostengono

La scheda di colore grigio per votare il candidato presidente del municipio

Sulla scheda di colore girgio si dovrà esprimere la preferenza per il candidato presidente del municipio. Sulla stessa sono riportati i due nomi che si contendono la poltrona di minisindaco: immediamente sotto sono riportati i simboli della coalizione. Per votare il candidato scelto sarà necessario disegnare una croce sul nome. Entrambe le schede saranno richiuse e imbucate nelle urne posizionate fuori dalla cabina elettorale. In caso di parità di voti, sarà eletto il candidato più anziano.

Elezioni Roma, ballottaggi anche nei municipi: tutte le 15 sfide

Fonte : Roma Today