Il maestro ai bimbi: “Toglietevi un peso dallo stomaco”. Le risposte sono esilaranti

Abbiamo già parlato di George Pointon, maestro di scuola elementare che su Twitter posta i pensieri dei suoi bambini, analizzandoli in maniera impeccabilmente seria. Si fa per dire. L’uomo, infatti, con la dovuta ironia, risponde ai suoi piccoli alunni come se rispondesse a degli adulti, prendendo veramente in considerazione le loro proposte. 

In un momento di estrema sincerità, l’insegnante ha chiesto ai suoi bambini di ‘togliersi un peso dallo stomaco’. Insomma, di lasciarsi andare, di sfogarsi. Le risposte dei bambini, seguite dai commenti del maestro, sono diventate virali.

Rory, ad esempio, si è sfogato dicendo: “I rumori forti sono troppo forti”. “Devo dire che sono d’accordo con Rory – scrive Pointon -. I rumori forti, specialmente quelli sgradevoli, sono troppo forti. Gli antifurti delle auto sono odiosi, le moto mi fanno male alle orecchie. Lui, personalmente, non ama il rumore del tuono. Che penso sia una cosa coraggiosa da ammettere. Grazie, Rory”.

Un’altra confessione? “La pizza non è molto buona” dice Jayjay. “C’è stato un momento di silenzio nell’aula – commenta il maestro – una strana quiete prima della tempesta. Nessuno sapeva bene come reagire. È un’opinione. Certamente impopolare. Jayjay non è una pecora. Sa chi è e cosa vuole”.

Joe si è lasciato andare: “A me piace il cinema”. “Giusto, Joe, anche a me piace il cinema – dice Pointon -. È una cosa di cui è appassionato e che voleva far sapere alla gente. Il suo film preferito è ‘Dragon film’, qualsiasi cosa sia, e ama i pop-corn. Vorrei essere altrettanto contento io della mia vita. Grazie Joe”.

Viva la sincerità, con Lola: “Mio papà dice che la mia sorellina ha la testa come un cono stradale”. Qui il maestro ha commentato: “Ho sparso il mio tè ovunque. Questo è fantastico. Adesso sono completamente fissato con i bambini con la testa a forma di cono. Adoro come i genitori riescano a divertirsi con i loro bambini. Sono sciocchi proprio come noi. Lola è divertente”.

Tantissimi i commenti degli utenti che hanno raccontato aneddoti divertenti con i loro bambini: “Ho detto al mio nipotino che speravo che i suoi sogni si avverassero, lui mi ha guardata orripilata e mi ha detto che aveva sognato di essere divorato da un orso” racconta Vicki. E poi Lisa: “Ho chiesto ai miei alunni quale forma geometrica per loro era più strana, solo per far parlare loro di matematica. La prima risposta? ‘L’esagono… sembra sospetto'”. E ancora Heather: “Mia figlia un giorno mi disse  ‘per l’amor di Dio’ quando era molto piccola. Le ho detto di non dire così, perché non sapeva chi fosse Dio. Mi ha risposto: ‘Sì che lo so, Dio ha salvato la regina’”.

Fonte : Today