[SPOILER] Dune, Denis Villeneuve sul Verme della Sabbia: “doveva sembrare un animale sensato”

I mostri sono fondamentali in un film di fantascienza e il regista di Dune, Denis Villeneuve, è fin troppo consapevole delle disastrose conseguenze che una creatura mal progettata potrebbe avere su un film, in particolare bestie iconiche come i Vermi della Sabbia che i fan non vedevano l’ora di ammirare sul grande schermo.

I vermi giganti di Arrakis sono uno dei tratti distintivi di Dune. Nessun adattamento del romanzo di Frank Herbert li ha eliminati, e per una buona ragione: sono fantastici. Quando è toccato a Denis Villeneuve, il regista franco-canadese era determinato a rendere giustizia ai mostri.

In un’intervista con Entertainment Weekly, Villenueve ha rivelato il suo processo e lo studio per progettare il verme della sabbia perfetto:

“Per noi era importante che il verme sembrasse un animale sensato. Per vivere milioni di anni nel deserto, hai bisogno di una specie che si sia evoluta e abbia costruito una protezione contro gli elementi. La sua pelle deve sembrare abbastanza spessa da proteggersi nell’ambiente peggiore. L’elemento più importante è che quando lo vedi, ha anche una qualità sacra. Ti sentirai come se fossi davanti ad una presenza enorme, un diverso tipo di intelligenza, qualcosa che va oltre il nostro modo di pensare.”

Proprio come un costumista deve considerare l’ambiente di un personaggio, un creatore di “mostri” deve anche prendere in considerazione l’habitat in cui verrà visto sullo schermo. Possiamo dire che alla fine i Vermi della Sabbia sono stati molto apprezzati dal pubblico e che la loro resa sullo schermo è stata più che soddisfacente.

Vi lasciamo con la nostra recensione di Dune e le motivazioni che hanno spinto Villenueve ha realizzare Dune in due parti.

Fonte : Everyeye